Puntuale come l’influenza, il cinepanettone del Natale 2011 sta per invadere le sale. E se lo boicottassimo?

Puntuale come l’influenza, il cinepanettone del Natale 2011 sta per invadere le sale. E se lo boicottassimo?
da in Attori, Attrici, Cinema, Eventi, Film, Mente, Natale
Ultimo aggiornamento:

    Cinepanettone 2011

    Il cinepanettone sta arrivando, e si salvi chi può. Non è una battuta, o meglio, lo è ma solo in parte. “Vacanze di Natale a Cortina”, diretto da Neri Parenti con la collaborazione dei fratelli Vanzina, e interpretato, come sempre, da Christian De Sica accompagnato da una pletora di attori e attrici più o meno validi – da Sabrina Ferilli ormai “plasticosa” a Ricky Memphis, fino al prezzemolino Emanuele Filiberto – promette di tornare alle origini. Sembrava, infatti, opportuno per non tirare eccessivamente la corda, o meglio, allungare insopportabilmente il brodo, tentare di riprodurre quel gusto caciarone e allegrotto tipicamente anni Ottanta, tanto per giocare sull’effetto nostalgia degli spettatori.

    L’illuminazione, l’idea geniale di lasciare da parte le locations esotiche per un più adeguato ritorno alle montagne italiche e alle consuete mete delle vacanze sulla neve (mai passate di moda), la dobbiamo al buon Enrico Vanzina, che spiega anche per quale motivo abbia deciso di entrare nella premiata ditta del cinepanettone. “Ho deciso di collaborare al cinepanettone perché era ormai odiato e questo non mi piaceva affatto”.

    Non sia mai, infatti, che una resipiscenza degli italiani si possa innescare, una sana ribellione contro questa pellicola pseudo-comica sempre uguale a se stessa, Natale dopo Natale, meglio correre subito ai ripari. “Il cinepanettone – afferma Vanzina – anche se non ci piace il termine, lo consideriamo una cosa nostra, e così quando l’anno scorso i giornali annunciavano il sorpasso di Aldo Giovanni e Giacomo con un certo compiacimento, mi sono girate le p… e ho chiamato Aurelio De Laurentiis e ho offerto la nostra collaborazione.

    Che abbiamo fatto? Abbiamo riportato il film in Italia e abbiamo fatto una commedia sull’oggi”.

    Certo, dell’oggi deteriore. Comunque sia, le argomentazioni mi paiono chiare, alla fine, è tutta una questione di monopolizzare le sale italiane per il periodo natalizio, tradizionalmente quello più redditizio dell’anno. Perciò, troveremo il poster di “Vacanze di Natale a Cortina”, a partire dal 16 dicembre, in ben 750 sale cinematografiche sparse per lo stivale. So che molti di voi si staranno domandando: “E allora? Io lo vado a vedere e mi diverto”, ma la mia domanda è: vi divertite veramente?

    Ridete con gusto e di gusto alle battute preconfezionate, alle solite scenette grevi che non hanno più alcuna freschezza, al gioco a cui si prestano anche pregevoli attori per il vil soldo e la visibilità? Non sono snob, assolutamente, anzi… mi piacciono tantissimi generi diversi, ma non le cose finte, a cui, peraltro “piace vincere facile”, tanto per citare una nota pubblicità. Io la proposta la lancio, per chi la pensa come me, e se quest’anno resistessimo? Se boicottassimo questa infelice pellicola?

    523

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttoriAttriciCinemaEventiFilmMenteNatale