Prova costume: la rivincita delle curvy, ma è giusta? [FOTO]

Prova costume: la rivincita delle curvy, ma è giusta? [FOTO]
da in Anoressia, Benessere, Dieta E Fitness, Prova Costume
Ultimo aggiornamento:

    Manca poco alla prova costume, uno dei momenti più temuti dalle donne: sono infatti tantissime le ragazze che al solo pensiero di dover entrare nel camerino di un negozio e provare un bikini si sentono mancare. Rotolini di ciccia, fisico non proprio perfetto e pelle bianca sono deterrenti che spingono quasi tutte le ragazze a rimandare più possibile il fatidico momento in cui bisogna fare i conti con lo specchio. Ma siamo proprio sicure che qualche chiletto in più sia un problema? Vi basti pensare che l’ultimo sex symbol americano è una bellissima modella curvy taglia 50, sana e con un corpo proporzionato!

    Taglia 50 o taglia 40 poco importa: l’importante è riuscire ad accettare con serenità il proprio corpo e i suoi difetti perché, diciamolo, tutte le donne ne hanno qualcuno. Assolutamente da condannare è la ricerca della magrezza a tutti i costi: i disturbi alimentari colpiscono sempre più spesso ma soprattutto colpiscono sempre più ragazze giovanissime.

    Ossessionate dalla magrezza a tutti i costi si riducono a consumare poche centinaia di calorie al giorno sentendosi in colpa ad ogni boccone. “Magro è bello”: ecco la frase che tante ragazze continuano a ripetersi quando i morsi della fame le stanno per far cedere davanti ad un piatto di pasta.

    Parallelamente a questa tendenza, se ne sta sviluppando anche un’altra, del tutto contraria. Al grido di “Grasso è bello” assistiamo all’ascesa di personaggi che invece di stare attenti ad ogni singola caloria, si rimpinzano di ogni leccornia e di ogni sorta di junk food etichettando tutti coloro che stanno a dieta o che hanno un fisico filiforme come “persone tristi e infelici”. Vi basti pensare al successo che ha avuto Gabi Gregg con il suo Fatkini, ovvero il bikini per le donne grasse che hanno tutto il diritto di sentirsi belle a patto però di non rischiare per questo la salute.

    Attenzione.

    Ricordiamo che l’obesità è una malattia, una patologia pericolosa al pari dell’anoressia o della bulimia. Amare il proprio corpo non significa rivendicare il proprio diritto ad essere obesi (o magri in modo spaventoso) ma semplicemente significa curarlo con un’alimentazione equilibrata, corretta, con pochi grassi e sana. Ovviamente qualche concessione alla golosità è più che gradita come anche praticare uno sport, fondamentale per il benessere e non solo per la linea.

    Qualche chiletto di troppo di certo non può far male: una donna non solo è bella quando indossa una taglia 50 come una taglia 40, ma lo è soprattutto quando è sana ed ha un rapporto equilibrato con il cibo e con il proprio fisico.

    Quello che dovrebbero capire le ragazze di oggi non è certo che “magro è brutto e grasso è bello” o il contrario ma che tutte le donne sono belle, a patto che il loro corpo sia frutto di una vita sana ed equilibrata e di un’attenzione particolare alla propria salute, che è il bene più prezioso che abbiamo.

    516

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnoressiaBenessereDieta E FitnessProva Costume Ultimo aggiornamento: Venerdì 17/05/2013 12:23
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI