Prevenzione dei tumori femminili

Prevenzione dei tumori femminili
da in Salute E Benessere, seno, Tumore
Ultimo aggiornamento:

    prevenzione tumori femminili

    La prevenzione dei tumori femminili è importante in ogni fascia di età, anche da ragazze non si deve sottovalutare questa preziosa arma che abbiamo contro la malattia, perché più si è giovani, più i tumori sono “cattivi”. Per tumori femminili si intendono quelli che colpiscono gli organi riproduttivi e quindi: tumore al seno, all’ovaio, all’endometrio e al collo dell’utero. Vediamo insieme le regole base della prevenzione e qualche consiglio per vivere con tranquillità.

    La prevenzione dei tumori di qualunque tipo inizia a casa, nella nostra di vita di tutti i giorni con uno stile di vita regolare e salutare. In linea generale per prevenire i tumori o almeno per creare un ambiente fertile è molto importante smettere di fumare, evitare, o comunque limitare, l’uso di alcolici. Fate un po’ di attività fisica e cercate di mantenere sotto controllo il peso corporeo, il sovrappeso e l’obesità sono i nemici numero uno delle malattie. Si riduce il rischio di cancro al seno allattando i figli per almeno 2 mesi ma anche evitando la terapia ormonale post-menopausa (TOS) ovvero la terapia ormonale sostitutiva. Per quanto riguarda il tumore all’utero una vita sessuale sana e non rischiosa è alla base della prevenzione di tutte le malattie sessualmente trasmesse, ma dal 2006 ci sono anche due vaccini per i ceppi potenzialmente tumorali di HPV (Papilloma Virus) che si devono fare entro i 12 anni e che sono formati da tre dosi. I vaccini ovviamente sono gratuiti.

    La prima cosa da fare è non trascurarsi, quindi seguire un’alimentazione ricca di frutta e verdura con poca carne rossa prediligendo quella bianca e il pesce. Le analisi al sangue andrebbero fatte ogni anno, anche da bambini. Tra i 20 ed i 30 anni di età le donne dovrebbero sottoporsi ad un esame clinico del seno ogni 3 anni.

    E’ molto importante anche l’auto-esame o l’auto palpazione che, se fatta nel modo giusto, può essere molto importante per capire se qualcosa non va. Una volta l’anno, a partire dai 40 anni, si deve fare la mammografia. Le donne ad alto rischio dovrebbero fare anche la risonanza magnetica una volta l’anno, quelle che hanno casi in famiglia, che presentano la mutazione del gene BRC1 o BRC2 o che hanno fatto radioterapia al torace tra i 10 ed i 30 anni. Una volta l’anno fa fatta anche una visita ginecologica e il Pap test, è utile anche la l’ecografia transvaginale di controllo, sempre una volta l’anno.

    La prevenzione va fatta ad ogni età perché nessuno è immune dai tumori, ovviamente se in famiglia ci sono stati casi di tumori femminili è bene fare i test genetici per accertarsi che non ci siano le mutazioni e poi consultare uno specialista per capire qual è la frequenza di controlli più indicata alla vostra storia familiare. Anche da giovani la prevenzione è importante, non è stressante e inutile, né uno spreco di denaro. Superati i 40 anni i controlli periodici sono obbligatori una volta l’anno. La prevenzione salva la vita, non dimentichiamolo.

    625

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Salute E BenesseresenoTumore Ultimo aggiornamento: Giovedì 14/06/2012 12:20
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI