Pozzuoli, famiglia torinese muore nel cratere della Solfatara: precipitano per salvare il figlio

Le vittime della tragedia sono tre: padre, madre e il figlio di 11 anni. Si salva il fratellino di sette anni, ma ancora non sono chiare le cause del decesso e le dinamiche dell’incidente. Sembra che il ragazzino si sia allontanato e abbia oltrepassato una zona interdetta della Solfatara, i genitori sarebbero precipitati insieme a lui nel tentativo di salvarlo.

da , il

    Pozzuoli, famiglia torinese muore nel cratere della Solfatara: precipitano per salvare il figlio

    Tragedia a Pozzuoli: una famiglia muore nella Solfatara, uno dei crateri dei Campi Flegrei, comprensorio a nord di Napoli costituito da circa 40 antichi vulcani. Le vittime, probabilmente turisti in visita nella zona, sono tre: padre e madre, rispettivamente di 45 e 42 anni, e il figlio undicenne. Le cause di questa tragedia ancora non sono chiare, ma, secondo le ricostruzioni dei Vigili del fuoco accorsi sul luogo, l’undicenne si sarebbe inoltrato nella cosiddetta “fangaia” una zona off limits dal terreno friabile, interdetta da una recinzione. I genitori, a quel punto, avrebbero cercato di salvargli la vita, lanciandosi in avanti per afferrarlo ma precipitando a loro volta nel cratere, di circa un metro e mezzo.

    Il cratere della Solfatara di Pozzuoli dove tre persone sono morte

    Resta dubbio se la morte sia avvenuta a causa della caduta o per via delle esalazioni, per averne certezza si dovranno attendere i risultati dell’autopsia.

    Intanto l’area è stata evacuata e il fratellino di sette anni, unico sopravvissuto, è stato portato in salvo.

    I racconti dei testimoni sono sconcertanti: “Non immaginavo cosa avrei visto. L’area era recintata e i soccorsi sono stati immediati. Una tragedia. Hanno estratto due corpi, poi ci hanno fatto allontanare. Continuo pensare a quella famiglia e a quel povero bambino che piangeva e chiedeva aiuto” così racconta la tragedia Diego Vitagliano, pizzaiolo di Pozzuoli; anche il sindaco della città, Vincenzo Figliolia si dice sconvolto per quanto accaduto all’interno del vulcano Solfatara e esprime la propria vicinanza e quella della comunità di Pozzuoli ai famigliari delle vittime.