Pietro Maso, dall’efferato omicidio in famiglia a star del gossip

Pietro Maso, dall’efferato omicidio in famiglia a star del gossip
da in Cronaca
Ultimo aggiornamento:
    Pietro Maso, dall’efferato omicidio in famiglia a star del gossip

    Pietro Maso è uno dei criminali più noti e famosi del nostro Paese poiché è il protagonista reo confesso di uno dei più efferati, mediatici ed eclatanti casi di omicidio a sfondo familiare della cronaca italiana. Il 17 aprile 1991 uccise brutalmente i suoi genitori, Antonio Maso e Mariarosa Tessari, nella sua casa di Montecchia di Crosara grazie alla complicità di tre suoi amici. Per quale motivo? Per intascare subito la sua parte di eredità. Un delitto raccapricciante e terribile che sconvolse l’opinione pubblica nazionale. Oggi è il protagonista di servizi fotografici hot per il settimanale di gossip Chi.

    Dopo il vergognoso e agghiacciante omicidio dei suoi genitori, Pietro Maso ha trascorso 22 anni della sua vita in carcere. La fine della sua condanna era prevista per il 2018, ma è stata anticipata al 2013 grazie alla legge n. 241 del 31 luglio 2006. Durante il suo periodo trascorso in carcere, l’uomo ha avviato un processo di avvicinamento alla fede mediante il suo padre spirituale, monsignor Guido Todeschini. Ha scritto anche una lettera a Papa Francesco per chiedere perdono per l’efferato delitto.

    E’ stato rilasciato il 15 aprile 2013. Dopo il carcere ha scritto un libro e da maggio 2013 a giugno 2015 ha lavorato presso l’emittente cattolica Telepace. Oggi vive a Valencia in Spagna e vuole aprire una comunità di recupero come ha spiegato nella sua prima intervista pubblica post-carcere rilasciata al settimanale di cronaca rosa Chi: “Voglio accogliere chi ha sbagliato ed è in mezzo a una strada. Voglio dare un senso diverso alla mia vita. Solo chi è straniero capisce chi è straniero. Solo chi è in carcere capisce chi ci è stato”.

    Pietro Maso senza maglia

    Il settimanale della famiglia Berlusconi ha dato molto spazio a Pietro Maso: un servizio fotografico hot con pose da tronista e un’intervista in cui ha parlato del terribile omicidio. “Adesso che ho scontato la mia pena lo posso dire – ha dichiarato Pietro Maso – io non ho ucciso i genitori per soldi, perché i soldi li avrei avuti lo stesso.

    Dissi che il motivo era quello perché quando abbiamo commesso l’omicidio un mio amico si era fatto fare un prestito ed eravamo sotto con i soldi. Ma ho tentato altre volte di ucciderli. Io sono stato tanto malato da piccolo e i miei mi dicevano ‘Non andare a lavorare perché sei malato’, ‘Non uscire perché sei malato’, ‘Pensiamo a tutto noi’. E’ come essere gay e i tuoi non lo sanno. Ti vedono diverso, stai male e non capisci perché. Non ne puoi parlare liberamente – ha aggiunto – perché i tuoi non vogliono. Stai in casa e soffri. Questo disagio potrebbe essere il motivo”.

    Grazie al settimanale di cronaca rosa, il criminale Pietro Maso è tornato ad essere protagonista della cronaca, non nera ma rosa. Il popolo del web è in rivolta. La blogger e conduttrice radiofonica Selvaggia Lucarelli ha commentato il caso del giorno con un pizzico di indignazione e ilarità sulla sua pagina Facebook: “Pietro Maso su Chi: da stragista a tronista e senza neanche passare da Don Mazzi. Davvero commovente”. Ora alcune domande sorgono spontanee… Da che mondo è mondo il perdono di un delitto familiare così atroce e vergognoso passa dalle copertine dei rotocalchi di cronaca rosa? Piuttosto che posare per servizi fotografici hot non sarebbe stato opportuno, doveroso e rispettoso soprattutto nei confronti dei genitori uccisi restare nell’ombra senza balzare ancora una volta agli onori della cronaca? Rimane da chiedersi se fosse necessario dargli tutto questo spazio…

    708

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cronaca Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20/01/2016 10:44
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI