Piercing e Tatuaggi: come eliminarli?

da , il

    Quando abbiamo scelto di fare un piercing e tatuaggi pensavamo che fossero per sempre, e invece ci ritroviamo ora a trovare insopportabile quel disegno sulla pelle o quell’orecchino, che ci ricordano altri tempi che forse non abbiamo più voglia di rievocare. Cosa fare allora?

    Come liberarci di una pallina di metallo piantata sulla lingua o di un disegno di inchiostro sottopelle?

    Secondo la dermatologa Emanuela Cecca, nel caso del tatuaggio, esiste un laser che frantuma il pigmento con un minimo danno alle cellule della pelle, che vengono poi eliminate dallo stesso organismo.

    Per il piercing il problema è molto più facile da risolvere, perché basta eliminare l’orecchino e la ferita si rimargina da sola con il tempo. Per evitare cicatrici però si può eseguire la dermoabrasione attorno al forellino che al massimo lascia un alone leggermente arrossato.

    Un piercing alla lingua o ai capezzoli interrompe terminazioni nervose che non sono più recuperabili, quindi è inevitabile che anche dopo la cicatrizzazione del foro si perda sensibilità in quelle zone.

    Foto: donnetattoo.splinder.com