Pic-nic di Pasquetta: come organizzarlo

da , il

    Per il giorno di Pasquetta, tradizione vuole che si debba organizzare l’annuale pic-nic all’aria aperta in compagnia della famiglia o degli amici. Quest’anno che il clima promette bene, non possiamo farci sfuggire questa occasione di trascorrere una piacevole giornata a contatto con la natura. Non ci dimentichiamo però che ci vuole una perfetta organizzazione per non fare in modo che questa bella scampagnata diventi un disastro! Ecco qualche prezioso consiglio.

    Come vuole la tradizione, pane e ingredienti stuzzicanti come companatico, sono gli elementi fondamentali di un pic nic, ma non dimentichiamo che un pic-nic confortevole è fatto di dettagli, come una certa perizia nell’impacchettamento delle vivande e la scelta del vino giusto, tenuto opportunamente in fresco.

    Le soluzioni sono due:

  • Piatti freddi: potete preparare pasta fredda, torta di verdure fredda, panini, caffè freddo, dolci.

  • Piatti caldi: potreste organizzarvi con un barbecue all’aria aperta, ma assicuratevi che tra i commensali ci sia qualcuno in grado di gestirlo e di occuparsene, altrimenti avrete solo bel menu monotematico all’insegna dell’affumicato. Evitate invece i piatti caldi portati da casa dentro il contenitore termico, perché si incollano, e restano sullo stomaco, meglio puntare sul freddo.

    Se puntate sui panini, ricordate che la scelta del pane è importantissima. Panini freschi o fette leggermente tostate, la scelta è vostra, ma ricordate che il pane deve mantenersi soffice ed allo stesso tempo croccante. Potete strofinarlo d’aglio o altri aromi, ungerlo con olio o salse, ma ricordate di creare un equilibrio tra ingredienti “secchi” e “umidi”.

    Le pagnottelle fresche possono essere leggermente scavate per fare più spazio al ripieno, ben strette in una pellicola trasparente e tenute al fresco se preparate con molto anticipo.

    
Dotatevi innanzitutto di quattro bei grossi sassi per ancorare la tovaglia al prato, perché prima o dopo una bella ventata si leva di sicuro e se invece mangiate sull’erba portatevi dietro almeno un cuscino perché di sicuro il terreno è umido e la schiena inizia a far male.

    Se volete essere comodi, portate il tavolino e le sedie ripiegabili da campeggio, ma attenti però a dove vi piazzate per non incorrere in traballamenti o sprofondamenti del tavolo.

    Foto:

    www.timpienta.com

    www.senate.iowa.gov

    www.mdresort.com