Natale 2016

Per chi resta in città abbronzatura perfetta con le lampade solari, ma sempre con prudenza

Per chi resta in città abbronzatura perfetta con le lampade solari, ma sempre con prudenza
da in Abbronzatura, Bellezza, Pelle, Salute E Benessere, lampade abbronzanti
Ultimo aggiornamento:

    Abbronzatura lampade solari

    Siamo in estate, fa caldo… e voi siete bloccate in città. E l’abbronzatura? Si può averla perfetta anche senza andare al mare o in montagna, semplicemente usufruendo di lampade solari e lettini abbronzanti. Tuttavia, è necessario stare molto molto attente alla salute della propria pelle, quando si ha a che fare con solarium&co, perché, come sappiamo, una dose sconsiderata di raggi ultravioletti può danneggiare seriamente la parte profonda dell’epidermide, il derma, stimolando anche la formazione di melanomi. E allora, pallide per sempre?

    No, naturalmente, ci si può regalare la tintarella artificiale, a patto di seguire alcune regole di prudenza. Vediamo, a tal proposito, cosa suggerisce il Ministero della Salute. Innanzi tutto, care amiche di Pf, ci sono delle categorie di persone che non possono assolutamente sottoporsi alle sedute sotto le lampade solari: le donne in gravidanza, le minori di 18 anni, le persone che appartengono al primo fototitpo (capelli biondo rossi, lentiggini e carnagione lattea), che non si abbronzano neppure al sole.

    Se, invece, siete la classica ragazza mediterranea che si abbronza facilmente anche spiaggia, allora non ci sono controindicazioni, m solo consigli sulle modalità di utilizzo dei solarium. Prima di sottoporvi ad una seduta abbronzante, dovete detergere accuratamente la vostra pelle, eliminando qualunque traccia di cosmetico e di profumo. Le sostanze chimiche contenute in questi prodotti, infatti, possono interagire con i raggi ultravioletti provocando reazioni allergiche anche importanti e macchiando la pelle.

    Inoltre, dovete sempre indossare gli appositi occhialini e togliere (se le portate) le lenti a contatto, per preservare la salute degli occhi.

    Veniamo alle creme solari, a differenza dell’esposizione al sole in spiaggia o in montagna, dove usare una buona protezione è indispensabile, durante una seduta sul lettino abbronzante non vanno usate, sarebbero, addirittura, dannose. Quello che dovete fare è aumentare molto gradualmente i tempi di esposizione, cominciando con pochi minuti.

    A tal proposito, le sedute non devono essere ravvicinate, e questo vale anche per l’esposizione ai raggi solari. Tra una seduta e l’altra dovrete attendere almeno 48 ore, per dare il tempo alla pelle di assorbire la dose di raggi. Tenete anche presente che, per non incorrere in problemi, non dovreste superare la soglia delle 10 lampade all’anno. Quindi, abbronzatura artificiale sì ma… con prudenza.

    470

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AbbronzaturaBellezzaPelleSalute E Benesserelampade abbronzanti

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI