Pediatria: poca attenzione al dolore dei bambini

Pediatria: poca attenzione al dolore dei bambini
da in Bambini, Salute E Benessere, cure mediche, Ricerca
Ultimo aggiornamento:

    E’ ancora una convinzione radicata, e sbagliatissima, che i bambini non provino dolore. Un prelievo di sangue, una caviglia rotta, un’infiammazione all’orecchio sono tutte cose che a noi sembrano problemi da curare senza capire che se il bambino piange e urla un motivo c’è e si chiama dolore, i bambini come gli animali non sanno parlare ma questo non vuol dire che non sentano quello che sentiamo noi.

    E’ importante rendersi conto che il dolore è una condizione che ci accomuna tutti, se un bambino piccolo o un neonato deve fare un prelievo di sangue prova dolore, se già per noi che sappiamo di cosa si tratta costituisce un problema, pensate per i piccolini.

    Questo aspetto della medicina pediatrica è stato affrontato al XII Congresso nazionale dell’Associazione culturale pediatri (Acp) che si è svolto a Palermo lo scorso fine settimana. A tal proposito è stato presentato un libro: “Il dolore nel bambino.

    Strumenti pratici di valutazione e terapia”, che è stato pubblicato dal ministero del Salute e alla cui realizzazione hanno contribuito Franca Benini, responsabile del Centro regionale Veneto di terapia antalgica e cure palliative pediatriche, dipartimento di Pediatria di Padova, e Michele Gangemi, pediatra di base di Verona, past president dell’Acp.

    Voi cosa ne pensate? Io trovo assurdo che si pensi che bambini, anziani, malati di mente ed anche animali non provino dolore, il non sapersi esprimere non vuol dire non provare determinate cose, sia belle che brutte.

    277

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniSalute E Benesserecure medicheRicerca

    Speciale Pasqua

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI