Pavia, 55enne segregata in casa dal compagno e denutrita

Pavia, 55enne segregata in casa dal compagno e denutrita
da in Cronaca, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:

    segregata-in-casa-fin-di-vita

    Pavia, 55enne segregata in casa dal compagno e denutrita, l’aguzzino è il convivente 60enne Antonino Calandrini, al momento sospettato di abbandono di incapace, sequestro di persona, maltrattamenti e lesioni gravi. L’uomo è stato arrestato dalla squadra mobile di Pavia lunedì e su di lui pende l’accusa di omicidio colposo. Nel frattempo la compagna, Laura Carla Lodola, è deceduta a causa dello stato di denutrizione avanzato.

    La 55enne Laura Carla Lodola è deceduta alle 4:30 per malnutrizione, dopo essere stata segregata in casa dal compagno Antonino Calandrini. Non c’è stato nulla da fare nonostante il ricovero presso l’Ospedale San Matteo, Pavia. Nel frattempo Calandrini è stato arrestato e su di lui pendono numerosi capi di accusa, fra cui l’omicidio colposo. Sarà la Procura di Pavia ad approfondire il caso e a decidere la sorte dell’imputato.

    A contattare il 118 intorno alle 6 del mattino lo stesso Calandrini, preoccupato dallo stato di incoscienza in cui versava la compagna. I volontari della Croce Rossa accorsi sul posto hanno trovato la donna in uno stato penoso, magrissima, al di sotto dei 20 Kg, con capelli lunghissimi, piena di piaghe sul corpo e costretta a letto probabilmente da molto tempo.

    GUARDA IL CASO DELLA DONNA SEGREGATA IN UN BAGNO PER TRE ANNI

    Senza contare le pessime condizioni igieniche dell’appartamento in cui era segregata, uno stato di degrado confermato dai volontari intervenuti per soccorrere la donna e dagli stessi vicini di casa, che hanno fatto luce su una situazione di estrema precarietà:“Sono anni che sentivamo urla tremende e due volte erano anche intervenuti carabinieri e polizia. Erano entrati in casa, avevano parlato con loro, li avevano calmati ed erano andati via”. Purtroppo lo stato di denutrizione avanzato della donna non ha permesso di salvarle la vita in tempo, Laura è infatti deceduta intorno alle 4 di questa mattina. Al momento l’appartamento in cui viveva la coppia è sotto sequestro mentre Antonio Calandrini è sottoposto a interrogatori al fine di fare luce sulle dinamiche dell’accaduto.

    GUARDA IL CASO DELLE TRE DONNE LIBERATE DOPO 30 ANNI DI SEGREGAZIONE

    408

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaViolenza sulle donne Ultimo aggiornamento: Giovedì 29/01/2015 13:22
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI