Paris Haute Couture, la sfilata di Christian Dior Autunno/Inverno 2012/2013 [FOTO]

Paris Haute Couture, la sfilata di Christian Dior Autunno/Inverno 2012/2013 [FOTO]
da in Alta moda, Christian Dior, Moda, Moda Autunno Inverno 2012 2013
Ultimo aggiornamento:

    E’ andata in scena la prima collezione haute couture di Christian Dior disegnata da Raf Simons sulla passerella del Paris Haute Couture. Una sfilata attesissima, forse la più attesa di questi giorni, visto che, dopo l’addio di John Galliano, l’azienda aveva cercato a lungo un degno sostituto. Dopo varie indiscrezioni e nomi famosi, è risultato chiaro che l’azienda ha deciso di dare un taglio al passato cambiando radicalmente la concezione della moda di Dior. Una moda che mantiene le icone delle sue origini ma che lo stilista Raf Simons ha deciso di rivisitare in modo completamente diverso.

    Spiazza ma affascina il minimalismo raffinato della collezione, in totale rottura con l’originalità e l’abbondanza di forme, tessuti e colori a cui ci aveva abituati Galliano, licenziato qualche mese fa da Dior.

    In una recente intevista il designer aveva dichiarato di essere felicissimo dell’ingaggio da Dior perché in azienda “c’è la possibilità che un’idea si traduca quasi automaticamente in realtà, cosa che non mi era mai accaduta prima”. Simons ha anche voluto sottolineare che “la moda è ormai una produzione di massa e spero che la gente si rifocalizzi sulla couture e sull’artigianalità: l’alta moda non è solo red carpet, ma può avere un’energia diversa anche per le consumatrici più giovani”.

    Dopo il circo coloratissimo di Galliano, Raf Simons ci catapulta in un mondo dall’eleganza raffinata, quasi sussurrata, che però non dimentica mai il concetto di “haute couture”. L’alta moda infatti, oltre che vedere deve soprattutto fare sognare e deve essere la vetrina di una griffe. Il pret-a-porter è altro, dedicato alla vita di tutti i giorni e decisamente più abbordabile.

    La sfilata è stata in perfetto stile Dior, le modelle sfilavano accompagnate da un lieve sottofondo musicale e nella scenografia era presente una bellissima grotta fiorita, che riprendeva anche i decori presenti sugli abiti delle modelle.

    Come da tradizione, non poteva mancare il pied de poule, che abbiamo visto sui pantaloni capri, abiti a pagoda con bellissimi ricami e applicazioni di fiori. Uno stile, seppur con una radice comune, molto diverso da quello del suo predecessore Galliano che durante le sfilate di haute couture amava allestire un vero e proprio circo per stupire gli spettatori.

    Innegabilmente i suoi abiti sono un inno al buon gusto, tipico della maison Dior e al minimalismo, ovviamente rivisitato in chiave haute couture. Cosa ne dite? Vi piace la collezione disegnata da Raf Simons o preferite il genio originalissimo di Galliano?

    440

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alta modaChristian DiorModaModa Autunno Inverno 2012 2013 Ultimo aggiornamento: Martedì 03/07/2012 16:24
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI