Paris Fashion Week: Chanel primavera estate 2011

da , il

    La sfilata Chanel primavera estate 2011, presentata alla Settimana della Moda di Parigi è apparsa come un vero colossal, una passerella dalla scenografia eccezionale, alla quale da un po’ di stagioni il terribile Karl Lagerfeld ci sta abituando. Dopo un’enorme statua a forma di leone apparsa sulla passerella, nella scorsa collezione, questa volta è il turno di una superficie di ben 13mila metri quadrati dove si ambienta un lussuoso giardino alla francese, come quello della reggia di Versailles, con tanto di fontane e vialetto di ghiaia, che diventa la lunghissima passerella su cui sfilano le modelle. Semplicemente straordinario.

    Chanel ruba le scenografie al cinema per ambientare le sue sfilate, e per non farsi mancare nulla, Karl Lagerfeld, in preda a un delirio di onnipotenza, ha persino voluto un’orchestra di 80 elementi, tanti quanto le top model, ovviamente le migliori e più pagate del fashion system, a suonare dal vivo.

    A sfilare alla Paris Fashion Week, insieme alle giovanissime, anche alcune veterane delle passerelle, ovvero la quarantenne Stella Tennant e la sua musa, oggi cinquantenne, Ines De La Fressange.

    Se per gli altri marchi vige una stagione di minimalismo, Chanel rilancia sul lusso ostentato, ma ironico.

    Una chicca è il mitico tailleur bouclè, pieno di buchi, gli abiti con orli sfilacciati, qualche strappo qua e là, ed i tessuti rosicchiati per la linea destroyed firmata Chanel.