Ovulo umano all’asta: così si scelgono i figli

da , il

    La domanda sorge spontanea: ma dove arriveremo di questo passo? Una clinica londinese per promuovere il suo servizio di baby profiling cioè la possibilità di scelta di sesso, razza, colore degli occhi e dei capelli del nascituro ha messo all’asta un ovulo. In Inghilterra è vietato vendere gli ovuli umani ma la clinica è riuscita ad aggirare le leggi perchè la trattativa sarà condotta in Inghilterra ma l’intervento per l’inseminazione in vitro verrà fatto in America. Le donatrici devono essere maggiorenni e il compenso in realtà è “mascherato” sotto il rimborso spese che non deve superare i 300,00 euro.

    Il concorso, adesso la nascita di un figlio viene chiamata così, è stato effettuato dalla Bridge Centre di Londra e il Genetics and Ivf Institute di Fairfax (Virginia) e l’obiettivo è quello di dare la possibilità alle donne over 40 di avere bambini nati dalla fecondazione di ovuli più giovani.

    Le donatrici di ovuli devono avere tutte tra i 19 e i 32 anni, devono andare all’università, non devono essere fumatrici nè essere in sovrappeso, sembra di dover dare il via ad una nuova razza ariana, non verranno date foto delle donatrici da grandi ma solo da piccole.

    La cosa interessante è che la ragazza che poi effettivamente donerà l’ovulo potrà guadagnare fino a 10 mila dollari con la vendita di un solo ovulo, c’è da dire che prima di poter donare un ovulo, e quindi prelevarlo dalla donatrice e poi impiantarlo nella ricevente, si devono fare molte cure ormonali, le stesse praticamente della fecondazione in vitro.

    Voi cosa ne pensate? Io sono indignata, va benissimo la donazione degli ovuli e dello sperma, la fecondazione in vitro ecc, tutte cose nobili che comunque servono a portare e a dare del bene, ma scegliere il figlio in tutto e per tutto, con l’ovulo all’asta mi sembra molto triste, è tutto ben lontano dal desiderare un figlio, no?

    Foto da:

    www.healingcare.info www.getfreeimage.com i.ehow.com www.biologyreference.com www.shekharhospital.com www.livestrong.com www.parkavefertility.com www.medicaltourismco.com

    Dolcetto o scherzetto?