Oscar 2016, miglior documentario: What happened Miss Simone è candidato alla statuetta

Oscar 2016, miglior documentario: What happened Miss Simone è candidato alla statuetta
da in Cantanti, Cinema, Oscar
Ultimo aggiornamento:
    Oscar 2016, miglior documentario: What happened Miss Simone è candidato alla statuetta

    Il documentario sulla compianta cantante e pianista statunitense Nina Simone dal titolo What happened, miss Simone?, diretto dalla filmaker americana Liz Garbus e prodotto da Netflix con il coinvolgimento di Lisa Simone Kelly, è candidato agli Oscar 2016. Gli altri quattro documentari candidati in questa edizione degli Oscar che si celebrerà domenica 28 febbraio sono: Amy di Asif Kapadia, Cartel Land di Matthew Heineman, The Look of Silence di Joshua Oppenheimer e Winter on Fire: Ukraine’s Fight for Freedom di Evgeny Afineevsky.

    Il documentario What happened, miss Simone? ripercorre alcune tappe importanti della vita artistica, privata e personale di Nina Simone attraverso interviste, fotografie, documenti d’epoca e concerti.

    Nata a Tryon il 21 febbraio 1933 Nina Simone, nome d’arte di Eunice Kathleen Waymon, aveva dimostrato fin da bambina di essere un talento musicale ineguagliabile e straordinario. Aveva iniziato la sua carriera di artista come pianista e cantante nei primi anni Cinquanta e nel 1958 aveva pubblicato il suo primo album. Agli inizi degli anni Sessanta aveva registrato capolavori indimenticabili che hanno segnato la storia di intere generazioni, rappresentando di fatto dei veri e propri inni per i diritti civili: Old Jim Crow e Mississippi Goddam. La carismatica star della musica black era grande amica e alleata di Malcolm X e di Martin Luther King nelle battaglie contro il razzismo e a sostegno della causa afroamericana.

    Dopo aver lasciato l’America verso la fine degli anni ’60 in aperta polemica con la CIA e l’FBI, la sacerdotessa del soul e combattiva attivista per i diritti civili si era poi stabilita a Parigi in Francia diventando un’icona del jazz.

    La sua vita privata e personale era stata piuttosto travagliata e difficile. Soffriva di depressione e disturbo bipolare. Si era sposata due volte e ha avuto una figlia nel 1964, Lisa Celeste Stroud. Il suo ex marito nonché manager Andrew Strout era piuttosto violento e l’aveva picchiata tante volte. E’ morta il 21 aprile 2003 nella sua casa a Carry-le-Rouet dopo una lunga lotta contro un tumore al seno.

    411

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CantantiCinemaOscar Ultimo aggiornamento: Giovedì 25/02/2016 09:49
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI