NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Ortona, duplice femminicidio: accoltella la moglie e l’amica e confessa

Ortona, duplice femminicidio: accoltella la moglie e l’amica e confessa

Duplice femminicidio a Ortona, dove un uomo ha ucciso la moglie e la sua amica e ha confessato. La furia omicida è stata fermata dai carabinieri.

da in Attualità, Cronaca, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:
    Ortona, duplice femminicidio: accoltella la moglie e l’amica e confessa

    AP/LaPresse

    Duplice femminicidio a Ortona, nel Chietino, dove due donne sono state uccise a coltellate dal marito di una di loro . All’arrivo dei carabinieri l’uomo era fuori controllo. Francesco Marfisi, 60enne, è stato fermato e ha confessato il duplice omicidio della moglie, Letizia Primiterra (47 anni) e della sua amica, Laura Pezzella (33 anni). Secondo le prime ricostruzioni l’uomo avrebbe ferito anche la figlia, al quinto mese di gravidanza. Sembra che alla base del folle gesto ci sia la separazione della coppia. Marfisi, dipendente di un’azienda locale che si occupa di erogazione del gas, avrebbe scatenato la sua furia omicida contro le donne dopo essersi recato sotto l’abitazione dove in quel momento si trovava la moglie, che proprio ieri aveva festeggiato senza di lui il suo compleanno.

    Ortona è sotto shock per il terribile duplice femminicidio . Francesco Marfisi avrebbe raggiunto l’abitazione in cui Letizia Primiterra, sua moglie, aveva trovato rifugio da una conoscente e avrebbe suonato al campanello chiedendo di parlare con lei. Il piano dell’uomo però forse era già stato preparato: la donna è stata accoltellata a morte nell’androne del palazzo, e subito dopo Marfisi si sarebbe recato a casa di Laura Pezzella, uccidendo anche lei.
    “Ora vado a uccidere anche l’altra”, avrebbe urlato l’assassino. L’uomo è stato fermato poco dopo il brutale assassinio delle due donne, per poi confessare le sue responsabilità in caserma. La pista più accreditata sarebbe quella passionale, e alcuni testimoni avrebbero raccontato che Marfisi avesse in mano un coltello da cucina.

    Dopo aver ucciso sua moglie, secondo le prime ricostruzioni Francesco Marfisi si è diretto a casa di una delle più care amiche della donna, Laura Pezzella, 33enne, colpendola a morte.

    Le urla dell’uomo avrebbero consentito ad alcuni testimoni di chiamare immediatamente le forze dell’ordine che hanno fermato l’uomo e lo hanno condotto in caserma. Non è chiaro se il movente dell’omicidio dell’amica sia legato alla separazione in corso tra i coniugi Marfisi.
    Giunto davanti all’abitazione di Laura Pezzella, l’uomo ormai fuori controllo si sarebbe avventato su di lei senza darle scampo. Nell’auto di Francesco Marfisi sono stati ritrovati due coltelli sporchi di sangue. Si tratta dell’ennesimo caso di violenza sulle donne che sfocia nel drammatico fenomeno del femminicidio.

    458

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàCronacaViolenza sulle donne
    PIÙ POPOLARI