One love Manchester, i 5 momenti più belli del concerto per le vittime dell’attentato

La popstar americana Ariana Grande è tornata a Manchester, proprio come il 22 maggio, la notte dell’attentato terroristico all’Arena in cui hanno perso la vita 22 persone, molte delle quali bambini. L’iniziativa è per le vittime: il concerto a scopo benefico servirà a raccogliere soldi per i familiari. Con lei sul palco, tra i tanti big della musica internazionale. Ecco i momenti più belli dello show.

da , il

    One love Manchester, i 5 momenti più belli del concerto per le vittime dell’attentato

    One love Manchester, il concerto per le vittime dell’attentato voluto dalla popstar americana Ariana Grande è stato uno show ricco di emozioni. La cantante è rimasta molto scossa dagli attacchi di Manchester e Londra, e ha voluto dedicare un pensiero a tutte le vittime attraverso un imponente evento musicale, il cui ricavato andrà alle famiglie di chi ha perso la vita durante il suo concerto del 22 maggio scorso. Nonostante la tensione dovuta al duplice attacco terroristico di Londra, il messaggio di speranza non si è fermato e ha riempito il cuore di 50.000 persone, che hanno assistito allo show sold out tra lacrime di commozione e sorrisi. Con la popstar tanti big internazionali tra cui Coldplay, Miley Cyrus, Katy Perry e un indimenticabile Liam Gallagher. Ecco i 5 momenti più belli del concerto.

    Le 22 vittime di Manchester sono per lo più giovanissime: erano i fan della cantante americana, molti dei quali bambini accompagnati dai genitori quella sera all’Arena. E’ proprio in loro memoria che Ariana Grande ha cantato, donando un aiuto concreto.

    One Love Machester: il concerto dopo l’attentato

    L’atteso evento organizzato dalla popstar Ariana Grande, intitolato One Love Machester, ha visto alternarsi sul palco star della musica internazionale del calibro di Coldplay, Robbie Williams, Pharrell Williams, ex Take That e molti altri. Grandi emozioni all’Old Trafford Cricket Ground, trasmesse in diretta dalla BBC. Tutti i fan presenti alla Manchester Arena hanno goduto dell’ingresso gratuito al concerto.

    One love Manchester: i momenti più belli del concerto

    LaPresse

    Grande ritorno di Ariana Grande a Manchester per il colossale concerto che l’ha vista protagonista insieme a tante star internazionali. La popstar, visibilmente emozionata, ha regalato al suo pubblico momenti di profonda e intima commozione con un dolcissimo messaggio: “Manchester, ti amo con tutto il mio cuore”.

    Miley Cyrus

    LaPresse

    Ariana Grande e Miley Cyrus hanno emozionato i fan con un intenso abbraccio e un duetto in Don’t Dream It’s Over, successo dei Crowded House. L’odio non vincerà, è il messaggio delle due cantanti sul grande palco dell’One love Manchester.

    Katy Perry

    LaPresse

    Katy Perry ha incantato con il suo biondo platino e la grinta di sempre: “L’amore batte l’odio e batte la paura. Toccate la persona che è accanto a voi, entrate in contatto l’uno con l’altro. E ditevi: ti voglio bene”.

    Liam Gallagher

    LaPresse

    Incredibile il calore del pubblico di Manchester per un’icona del brit-pop inglese, Liam Gallagher, storico leader della formazione Oasis, il cui brano Don’t look back in anger, cantato da Ariana Grande e Chris Martin dei Coldplay, è diventato il simbolo della Manchester che reagisce al terrore.

    Coldplay

    LaPresse

    Ovazione per Chris Martin, raggiunto poi sul palco dal resto della band, i Coldplay, che si sono stretti al popolo inglese con un’atmosfera magica fatta di luci e musica: intensa l’interpretazione del loro successo, Fix You, brano d’amore e inno alla dolcezza. Evocato sul palco il “figlio di Manchester”, Liam Gallagher, che ha guadagnato il palcoscenico per un indimenticabile duetto con Chris Martin in Live Forever, degli Oasis.

    Il concerto di beneficenza a Manchester: l’annuncio social di Ariana Grande

    A post shared by Ariana Grande (@arianagrande) on

    Ariana dopo aver espresso, tra le prime, il proprio cordoglio e dolore, ha rotto il silenzio facendo sapere tramite il suo profilo Instagram che tornerà a cantare proprio nel luogo dell’attentato. Ha scritto infatti che, anche se è un piccolo gesto che non può cambiare le cose, né alleviare il dolore, vuole aiutare in qualche modo: “ Non c’è niente che io o qualcun altro possa fare per alleviare il dolore che state sentendo o per farvi sentire meglio. Tuttavia, vi tendo la mano, il mio cuore e tutto quello che posso, se ci fosse bisogno del mio aiuto in qualche modo”.

    Anche Ariana, come molti di noi, crede che non dobbiamo assolutamente piegarci al terrore, ma dobbiamo continuare ad andare avanti senza paura. “L’unica cosa che possiamo fare adesso è scegliere come lasciare che tutto questo ci influenzi e come vivere la nostra vita da qui in poi. La nostra risposta alla violenza deve essere la vicinanza, l’amore. Vivere con gentilezza e generosità come mai prima d’ora” ha scritto sul suo profilo social.

    A fare eco al messaggio di amore e di speranza di Ariana, suo fratello Frankie: “Faccio eco a mia sorella nel dire che non possiamo permettere che si propaghi odio e la paura generi altra paura…dobbiamo invece restare uniti, e diffondere il messaggio d’amore uniti e con forza”.

    Anche le indagini sull’attentato all’Arena di Manchester vanno avanti

    Al momento sono 11 le persone sinora arrestate: tra questi anche il 23enne Ismail Abedi, fratello dell’ attentatore kamikaze, Salman. Nei giorni scorsi un uomo e una donna erano stati arrestati ma poi rilasciati.

    L’allerta nel Regno Unito resta è di elevata criticità, dopo i gravissimi attacchi a Londra, sul London Bridge e al Borough Market lo scorso 3 giugno.

    Dolcetto o scherzetto?