Olimpiadi di Londra 2012: la vittoria di Mo Farah e l’amore per la sua famiglia

Olimpiadi di Londra 2012: la vittoria di Mo Farah e l’amore per la sua famiglia
da in Dieta E Fitness, Famiglia, Uomini, Sport
Ultimo aggiornamento:

    Le olimpiadi di Londra 2012 sono entrate nel vivo con l’atletica leggera, qualche giorno fa Mo Farah, ha conquistato la medaglia d’oro nei 10 mila maschili, una gara difficile, lunga e impegnativa che di solito è dominata dagli africani. La cosa davvero incredibile della vittoria di Mo Farah è che subito dopo aver concluso i 10 chilometri di corsa conquistando la medaglia d’oro, ha voluto condividere questa immensa gioia con la sua famiglia, la figlioletta si è precipitata sulla pista dello stadio Olimpico e subito dopo è arrivata anche la moglie, con un bel pancione.

    Mo Farah è un uomo che in Inghilterra è famoso almeno quanto David Beckham, è un idolo in patria, amato da tutti, dagli inglesi puri, da quelli afrocaraibici, pakistani e indiani, mette tutti d’accordo perché è il simbolo dell’integrazione, di un Paese multiculturale e che ha sconfitto il razzismo che, purtroppo, dilaga ancora troppo da noi in Italia. Una cosa che possiamo notare di queste Olimpiadi è che la Gran Bretagna si sta giocando bene le sue carte, le medaglie arrivano da atleti tutti di tutte le etnie acclamati con la medesima passione. Jessica Ennis di origine giamaicana ha trionfato nell’eptathlon, Christine Ohuruogu di origine nigeriana ha conquistato la finale dei 400, Luol Deng, fuggito dal Sudan, è un campione di basket e tra questi non poteva mancare il rossiccio Greg Rutherford, il classico inglese, che conquista la medaglia d’oro nel salto in lungo.

    Mo Farah è arrivato in Inghilterra, in fuga dalla guerra civile somala ,con il padre e i due fratelli, aveva solo 8 anni ed era timido e introverso, un giorno lo hanno invitato ad una corsa campestre ed è arrivato secondo, da allora non ha più smesso di correre.

    Nato in Somalia, vive e gareggia per il Regno Unito e si allena in America, una vita di sacrifici che ha fatto proprio per conquistare la medaglia d’oro a Londra, quattro anni impegnativi per lui e per la sua famiglia che, ha ammesso, gli sono costate molto. Mo Farah però non dimentica le sue origini, nella sua Somalia ha dato vita ad una fondazione per le famiglie più povere.

    Mo Farah alla fine della gara ha cominciato ad esultare, ha abbracciato il suo amico-gemello-compagno di allenamento, il biondo statunitense Galen Rupp che è arrivato secondo e poi ha mimato con le braccia il suo nome, si è avvolto addosso la bandiera inglese e poi ha salato, sorriso, una performance degna dei giamaicani più folli ed estroversi! Subito dopo la vittoria, Mo Farah è stato raggiunto in pista dalla figlia Rihanna, l’ha abbracciata e l’ha presa in braccio, e poi anche dalla moglie Tania, con un bel pancione che sarà circa all’ottavo/nono mese.

    Una vittoria di famiglia.

    503

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Dieta E FitnessFamigliaUominiSport Ultimo aggiornamento: Martedì 07/08/2012 10:42
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI