Oggi è la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Oggi è la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne
da in Chiacchiere fra amiche, Coppia, Primo Piano, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:

    Violenza sulle donne

    Oggi si celebra la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne: un segno forte ed importante per ribadire che nel mondo sono ancora molte, troppe, le donne che subiscono violenze fisiche e psicologiche. Un evento per ribadire la necessità di non far cadere un velo di omertà su tutto quello che accade ma spronare tutte le donne a denunciare e a ribellarsi. Tantissimi gli eventi e le manifestazioni in programma per questa giornata e tantissime anche le donne celebri, della politica e dello spettacolo, che lavorano attivamente per rendere possibile il sogno di una società senza violenza.

    Mara Carfagna ed Emma Bonino questa mattina hanno promosso la campagna mondiale contro le Mutilazioni genitali femminili che in Italia è promossa da Aidos e Amnesty International. La campagna, come sottolineato da Daniela Colombo, presidente di Aidos, ha l’obiettivo di raccogliere 8.000 firme al giorno. Pensate che nel mondo sono 8000 le bambine che rischiano di subire questo tipo di violenza fisica, ovvero circa 3 milioni all’anno.

    E la situazione non va meglio in Europa dove sono 500mila le donne che hanno subito forme di mutilazione. E cos’ Mara Carfagna, Ministro per le Pari Opportunità ha aderito alla campagna di Aidos e Amnesty impegnandosi a promuovere la legge contro le Mgf .

    “L’Italia è in prima linea nella lotta alle Mgf e nella richiesta di una risoluzione dell’Assemblea generale dell’Onu per metterle al bando, grazie anche alla sensibilità del ministro degli esteri Franco Frattini. Speriamo di convincere i Paesi africani, finora piuttosto tiepidi” ha detto la Carfagna.

    E continua Emma Bonino: “Questo è un momento cruciale della campagna contro le mutilazioni vogliamo una risoluzione entro l’anno. Cambiare si può: su 29 Paesi dove si praticano le Mgf, 19 hanno ottenuto una legge nazionale di interdizione”.

    In occasione di questa giornata poi, i panifici del vicentino distribuiranno dei sacchetti con la scritta ‘Per molte donne la violenza è pane quotidiano, aiutaci ad aiutarti” perché nessuno dimentichi che anche nelle nostre città e nei nostri paese le violenze sulle donne sono all’ordine del giorno.

    In Francia invece assistiamo all’iniziativa, “tutte in gonna” per dire no ad ogni forma di molestia, mentre alcune associazioni femministe hanno deciso di promuovere una compagna shock contro lo stupro. Pensate che in Francia vengono violentate 75.000 donne tra i 18 e i 75 anni ogni anni.

    Diciamo no alla violenza sulle donne e sosteniamo anche noi questa giornata così importante.

    478

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Chiacchiere fra amicheCoppiaPrimo PianoViolenza sulle donne
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI