Nuova Peugeot 108: in viaggio con il fidanzato per una fuga romantica a Parigi [FOTO]

Nuova Peugeot 108: in viaggio con il fidanzato per una fuga romantica a Parigi [FOTO]
da in Auto, Peugeot
Ultimo aggiornamento:

    A dispetto delle apparenze sono una romantica vecchio stile e come tale adoro Parigi, da sempre meta di piccioncini innamorati. Un sogno rimasto nel cassetto per troppi anni, vuoi per mancanza di tempo o dell’uomo giusto con cui partire. Circostanze avverse che mi hanno portata ad accantonare queste fantasie, tant’è che la Ville Lumière era divenuta solo uno sbiadito ricordo del passato, su cui versare qualche lacrima di rimpianto. Ma i sogni, quelli cui teniamo davvero, prima o poi diventano realtà, basta attendere, con pazienza, il momento giusto. La mia grande occasione giunse un giorno qualunque, del tutto inaspettatamente. Michele, il mio fidanzato, aveva in serbo una sorpresa destinata a fare breccia nel mio cuore: una fuga romantica alla volta di Parigi a bordo della nuova Peugeot 108, l’autovettura più adatta per un viaggio così importante, comoda, elegante e stilosa!

    Era una serata come tante, arrivai a casa dal lavoro e trovai Michele ad attendermi con una succulenta cenetta. Niente di speciale, apparentemente! Ci scambiammo un tenero bacio. “Che risottino delizioso”, gli dissi. Mi ringraziò anticipando il dolce seguito, “avrei una cosa da dirti”. “Che è successo?”, pensai subito al peggio. “No, nulla di preoccupante, anzi. Chiedi al tuo capo una settimana di ferie, nel weekend partiamo per Parigi, io, tu e la nostra Peugeot 108”. “A Parigi? Ma che dici?”, ero incredula. “Non sto scherzando, è il tuo sogno da una vita e voglio essere io a esaudirlo. Prepara tutto l’occorrente, staremo via una settimana, o forse più.” Lo stupore iniziale lasciò ben presto spazio all’euforia, ero felice come non accadeva da tempo, mi sentivo giovane, bella, seducente ma soprattutto innamorata. Di Michele, di Parigi, della nostra vita!

    Non vedevo l’ora di partire ma non avevo alcuna intenzione di occuparmi del check-up della nuova Peugeot 108.

    Lasciai a Michele l’onere, dedicandomi piuttosto ai bagagli. Ero nel pallone, svuotai l’intero armadio cercando disperatamente di comprimerlo all’interno delle valigie. “Va bene che la nuova Peugeot 108”, mi ripetevo, “ha un bagagliaio ampio, ma non posso portarmi tutto!”. Mentre ero alle prese con il mio “trasloco”, Michele faceva le verifiche di rito: “livello olio e acqua ok, pneumatici a posto, controllo freni effettuato”. Non ho problemi a guidare la Peugeot 108, anzi, è un vero piacere visto che è così versatile e sofisticata, ma non chiedetemi di metterci mano, sono una frana. Chi avrebbe mai pensato al kit di pronto soccorso o alla ruota di scorta se non lui, l’uomo di casa! E poi, in un’occasione del genere, il mio pensiero era altrove: mi immaginavo lungo la Senna, come una “Carrie” dall’accento milanese, mano nella mano con il suo Aleksandr Petrovsky alias Michele. Ancora qualche giorno e il mio sogno si sarebbe avverato. Partenza prevista per l’indomani. Parigi… sto arrivando!

    474

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoPeugeot Ultimo aggiornamento: Lunedì 25/05/2015 20:18
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI