NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Nolan e la lotta al tumore: “Ti amo mamma” e poi si addormenta per sempre

Nolan e la lotta al tumore: “Ti amo mamma” e poi si addormenta per sempre

La storia del piccolo Nolan arriva dagli Stati Uniti e ha commosso il mondo: malato di cancro, è morto a soli 4 anni e poco prima di morire ha voluto dire 'ti amo' alla sua mamma.

da in Attualità, Cronaca
Ultimo aggiornamento:
    Nolan e la lotta al tumore: “Ti amo mamma” e poi si addormenta per sempre

    Nolan è il nome del bimbo di 4 anni morto dopo una dura lotta contro un tumore. Prima di morire ha voluto salutare la sua mamma con un dolcissimo “ti amo”. La storia, che viene dagli Stati Uniti, ha commosso il mondo. La madre di Nolan, Ruth Scully, ha voluto salutare il suo bimbo raccontando la storia della sua vita su Facebook. Il profilo dedicato al figlio, “Nolan Strong“, contiene le parole di dolore e di speranza di una donna che ha perso il suo bambino, uno scricciolo di dolcezza che le ha dato la forza di parlare al mondo del dramma vissuto. Il bimbo era stato colpito da un cancro devastante, una forma rara che ha attaccato i suoi polmoni con una prognosi infausta. Le ultime parole di Nolan alla sua mamma hanno sigillato per sempre il loro amore.

    Per Nolan, la diagnosi di rabdomiosarcoma alveolare metastatico è avvenuta lo scorso anno. Si tratta di una rara e grave forma tumorale che colpisce il tessuto connettivo, con una maggiore incidenza nei bambini. Un anno di sofferenze per lui e sua madre, Ruth Scully, che non lo ha lasciato un secondo e ha deciso di raccontare la sua storia a due mesi dalla morte di suo figlio. Nolan è morto il 1° febbraio, circondato dagli affetti più cari.
    La donna ha parlato dell’ultima volta in cui ha portato il figlio in ospedale: qualcosa era cambiato, e in un certo senso ne erano consapevoli entrambi. Il piccolo non riusciva più ad alimentarsi, rimetteva in continuazione.

    “Avevamo davanti l’intera équipe di medici che lo seguiva. Quando ha preso la parola l’oncologa, ho visto nei suoi occhi il dolore assoluto. L’ultima Tac mostrava grandi masse tumorali crescere e premere contro i polmoni e il cuore, dopo solo 4 settimane dall’intervento chirurgico”.
    Per Nolan neppure la medicina ha potuto far nulla. Il tumore lo ha strappato alle braccia sicure di sua madre a soli 4 anni, ma si è mostrato forte e coraggioso, come racconta Ruth: “Voglio descrivere gli ultimi giorni di vita di mio figlio che mostrano quanto Nolan fosse straordinario, bello, fatto di puro amore”.

    L’unica possibilità di alleviare tutto quel dolore, era stare accanto a Nolan. E lui, poco prima di addormentarsi per sempre, ha ringraziato la sua mamma con un piccolo miracolo.

    L’oncologa non aveva dato alcuna speranza a Ruth: suo figlio non avrebbe superato la malattia. Nolan aveva capito che la sua vita sarebbe finita così, si era persino preoccupato dei preparativi per il suo funerale e ha voluto salutare la mamma con un gesto che ha commosso tutti. Negli ultimi giorni di agonia, il bimbo è caduto in uno stato comatoso da cui si è risvegliato poco prima di morire, solamente per dire a Ruth: “Ti amo mamma”.
    Un epilogo straziante che la donna ha voluto trasformare in qualcosa di positivo, organizzando una raccolta fondi per aiutare le famiglie con bambini malati di cancro.

    “Sono passati due mesi da quando ti tenevo stretto fra le mie braccia, mi dicevi che mi volevi bene e io baciavo le tue labbra. Due mesi da quando stavamo rannicchiati. Due mesi di puro, assoluto inferno”.

    644

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàCronaca
    PIÙ POPOLARI