Nepal, neonato salvato dalle macerie

da , il

    20150429_96601_neonato katmandu

    Un neonato salvato dalle macerie. Dal Nepal arrivano anche notizie incoraggianti, o almeno non solo aggiornamenti terribili della conta delle vittime. Nelle scorse ore è avvenuto un piccolo miracolo: un neonato è stato estratto vivo dai detriti della sua abitazione crollata a causa del sisma del 25 aprile dai soccorritori. Un segnale di speranza, un segnale che la vita è più forte di tutto, anche quando la disperazione e la distruzione sembrano prendere il sopravvento.

    È successo nella cittadina di Bahaktapur, nel cuore del Nepal ferito a morte dal terribile terremoto della scorsa settimana, nella valle di Kathmandu. È successo che in mezzo a tanta disperazione una piccola vita ce l’ha fatta, un neonato di quattro mesi è stato estratto vivo dalle macerie. Estratto ancora vivo, con il tenerissimo volto coperto di polvere, dopo essere stato sepolto per 22 ore sotto i detriti e i resti dell’abitazione della sua famiglia crollata per colpa delle scosse del sisma.

    neonato kathmandu 3

    I soccorritori l’hanno trovato e salvato. I soccorritori che hanno continuato instancabilmente a scavare con tutti i mezzi possibili, anche a mani nude, tra le macerie, tra quello che è rimasto dopo i crolli e la distruzione, alla ricerca di persone ancora in vita. Un piccolo miracolo che accende una flebile speranza in una situazione devastante. Più di cinquemila le vittime e quasi settemila feriti nel crollo degli edifici: ecco solo qualche numero emerso dai primi bilanci di questa terribile tragedia, delle conseguenze del sisma di magnitudo 7.8 che nella mattina di sabato 25 aprile ha colpito il Nepal.