Natale 2016

Nel nome del Padre (single)

Nel nome del Padre (single)
da in It's a chicken thing
Ultimo aggiornamento:

    papa single

    Gli uomini accessoriati di prole (quindi non il modello standard, che circola a piede libero per la società a colpi di “ho bisogno di spazio”, manco fosse un astronauta…) sono più sexy? Narra la leggenda, e le fanno eco numerosi neo papà che battono le strade sterrate di parchetti e giardini pubblici spingendo passeggini, che le donne abbiano un debole per l’articolo: maschio 30/40 con piccolo/a erede pret a porter. E cosa ci troveranno mai le donne? (Va detto che quello che state per leggere succede, come molto altro, solo nella nostra mente “in rosa”).

    Responsabilità. Non importa se le mani su quel passeggino gliele hanno incollate i nonni con l’Attak per evitare che se ne liberasse alla prima bionda che fa jogging nel parco. Si occupa di una creatura. Può quindi gestire situazioni degne del ciclo Alta Tensione di Canale 5 quali: una cena, un cinema, un aperitivo con le vostre amiche.

    Maturità. Può anche guardare a ripetizione l’intera filmografia di John Belushi da Animal House ai Blues Brothers, ma se il/la piccolo/a portatrice sana di guance cicciotte fa un brutto sogno, si precipita al suo capezzale con una voce rassicurante che nemmeno Vittorio Gassman.

    Serietà. Deve essere un esempio, insegnare al piccolo cucciolo d’uomo tutto quello che serve nella vita. Si, ad un certo punto gli spiegherà, indipendentemente dal sesso, anche il fuorigioco e il contropiede. Ma sempre con la voce rassicurante di Vittorione nostro.

    Questi sono solo tre dei mille motivi che le donne a cui ho chiesto lumi sull’argomento mi hanno rifilato. A queste donne, sensibili al fascino del padre single mi permetto di far notare una cosuccia. Non l’hanno ordinato per posta (l’erede), l’hanno generato con la collaborazione di una di noi. E lei non è (grazie a Dio) morta di parto come avveniva nel ’700, o missionaria nel Regno di Molto Molto Lontano. E’ ancora in circolazione.

    Quelli che spingono passeggini e si mettono in spalla lo zainetto delle Winx all’uscita delle scuole sono gli stessi che avete vivisezionato una sera qualunque durante un aperitivo con le amiche. Solo che hanno un’appendice. Un’appendice molto impegnativa. Che da paffutello/a si evolverà in adolescente del terzo millennio.

    Se non siete pronte per questo livello, potete sempre scendere un po’ nella scala gerarchica della devozione e optare per la versione light: l’uomo con cane. E pur sempre maturo, responsabile e serio. E questo tipo di cucciolo si compra, anche senza EX.

    489

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN It's a chicken thing

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI