Natalie Portman non è il “vero” cigno? Una controfigura nelle scene di ballo

da , il

    Natalie Portman cigno controfigura

    Brutta storia, e prima caduta d’immagine per Natalie Portman, in questo 2011 che si era aperto con un bel segno positivo (al cubo) in tutti gli aspetti principali della vita dell’attrice. Amore, maternità, successo di critica e pubblico, e infine il Premio Oscar per l’interpretazione de “Il cigno Nero” ad appena 30 anni, ricevuto il 27 febbraio scorso. Cosa può desiderare di più una donna (e artista e star?)? Nulla, naturalmente, se non stare in guardia perché, quando il trionfo comincia ad essere eccessivo, e a dare fastidio, ecco che l’invidia ci mette le sue zampine. In questo caso, più che di zampe, parlerei di arcuati piedini e sottili, tornite gambe di ballerina.

    Avete presente le scene di ballo di Black Swan? Quelle per interpretare le quali la Portman (che aveva alle spalle studi di danza classica negli anni dell’infanzia) ha lavorato faticosamente per oltre un anno? Quelle grazie alle quali ha conosciuto e si è innamorata del futuro marito (e papà del suo bimbo) Benjamin Millepied? Quelle che, in buona sostanza, le sono valse l’Oscar? Ebbene, non le ha girate lei.

    A farle, se non tutte quasi, pare sia stata una sconosciuta ballerina dell’America Ballet Theatre, Sarah Lane, che, a dispetto dell’impegno profuso e del grande contributo offerto per il buon risultato delle pellicola, non sarebbe stata neppure citata nei ringraziamenti di Natalie, durante il discorso pronunciato alla cerimonia degli Oscar. Ora, perciò, la Lane si ribella, e svela che il suo ruolo di controfigura sarebbe stato ben più significativo di quanto non rivelato dalla produzione del film di Aronofsky.

    “Hanno cercato di mantenere la favola di Natalie diventata ballerina in un anno e mezzo – ha accusato la ragazza – Ma praticamente tutta la danza l’ho fatta io. Natalie e io abbiamo alternato le riprese. Facevano i primi piani di lei, la faccia e dalle braccia in su, poi facevano le riprese con me, l’intero corpo o un primo piano dei miei piedi. E a quel punto hanno inserito digitalmente la sua faccia sul mio corpo”.

    La Fox, Casa produttrice della pellicola, avrebbe fatto sparire un video degli effetti speciali che mostrava proprio questo “trucchetto”. In risposta alle accuse lanciate dalla Lane, i portavoce della Fox hanno diramato questo comunicato: “Siamo stati fortunati ad avere Sarah per le sequenze di danza più complesse e abbiamo solo elogi per il suo lavoro. Ma è stata Natalie a fare gran parte della danza mostrata nel film”. Dove starà la verità?

    Dolcetto o scherzetto?