Natale: tradizioni nel mondo

Natale: tradizioni nel mondo
da in Natale
Ultimo aggiornamento: Domenica 27/12/2015 17:02

    tradizioni natalizie

    Tempo di Natale, di feste, di regali e di tradizioni, che sono le più diverse e affascinanti in ogni angolo del mondo. Se già in Italia, da nord a sud, da città a città, variano le abitudini e le tradizioni, da quelle gastronomiche a quelle dei doni, dall’Asia all’Europa, passando per l’America e l’Africa ogni Paese ha la sua tradizione natalizia da rispettare, i suoi riti e le sue abitudini. Eccone alcune.

    africa

    In Africa, complice la presenza di molte religioni, culture, etnie e abitudini differenti, il Natale è un periodo particolare. In Nigeria, per esempio, a Natale le famiglie si riuniscono intorno agli anziani e invitano tutti i conoscenti, senza distinzione di culto o fede religiosa, a trascorrere con loro la cena della vigilia. Lo scambio di regali è a base di cibi, cotti e crudi, e, se i destinatari sono i più piccoli tra i doni più gettonati ci sono i vestiti. In attesa del giorno di Natale, le ragazze si esibiscono in balli al ritmo del tamburo, andando di casa in casa, mentre dal 25 dicembre in poi sono gli uomini a diventare i protagonisti, armati di maschere di legno, di originali cortei.

    australia

    In Australia, dove il Natale si festeggia al caldo, sono state importate e mantenute senza troppe variazioni le tradizioni natalizie anglosassoni. Una delle poche eccezioni rispetto alla vecchia “madre patria” è il dessert del pranzo di Natale, che nella maggior parte dei casi è la macedonia.

    regno unito

    Nel Regno Unito il dolce della tradizione natalizia è il Christmas Pudding. Un budino che deve essere preparato con almeno 48 ore di anticipo e, per far sì che tutti i desideri si avverino, ogni membro del nucleo famigliare deve contribuire alla sua preparazione, mescolando con un mestolo di legno.

    francia e olanda

    San Nicola è il santo di riferimento per le festività natalizie sia in Francia che in Olanda. Per i francesi il giorno di San Nicola, il 6 dicembre, segna l’avvio ufficiale del periodo natalizio, che culmina il 25 dicembre con la messa di rito e il pranzo da concludere con un dolce tipico “Buche de Noel”, una crema di burro glassata. Ad aspettare con trepidazione l’arrivo di San Nicola, SinterKlaas, che arriva con il suo cavallo bianco e carico di doni, sono soprattutto i bambini olandesi.

    Scopri le ricette natalizie dal mondo

    balcani

    Nei Balcani, tra i protagonisti della tradizione ci sono i ceppi di Natale, Bandjaci, che vengono portati nelle case con un rituale particolare per poi essere bruciati nei camini nel periodo compreso tra Natale e Capodanno.

    messico

    In Messico nei giorni prima di Natale non è raro imbattersi in una Posada, una processione con due bambini vestiti come Giuseppe e Maria, che simula il viaggio degli stessi alla ricerca di un rifugio per la notte.

    ucraina

    Ovunque Natale è sinonimo di pranzi e cene con più cibi del solito, ma in Ucraina le portate secondo la tradizione devono essere dodici, in onore dei dodici apostoli.

    853