Natale 2016

Natale con i tuoi

Natale con i tuoi
da in It's a chicken thing
Ultimo aggiornamento:

    santa baby

    E anche quest’anno siamo al “punto di non ritorno”. Al giro di boa di calorie accumulate e buoni propositi.
    Siamo in quel momento dell’anno in cui tutti, ma proprio tutti, respirano Zenzero e Cannella e si sentono autorizzati a guardare quei film inguardabili, quelli dove il climax è la renna che si perde nella neve e viene ritrovata dal San Bernardo rigorosamente cucciolo e batuffoloso con la fiaschettina al collo e lo sguardo che ferma il traffico.

    Il ciclo dei film di Natale dove tutto, anche l’attacco nucleare finisce sotto un albero addobbato di bastoncini di zucchero con il camino acceso e la neve che scende anche se siamo a Honolulu, sta al mese di dicembre come il ciclo alta tensione di Canale 5 sta al mese di luglio.

    Ma credo che il secondo sia un complotto dei palinsesti Mediaset: ogni volta che devo prendere un volo mandano la saga del dirottamento, gente che fabbrica bombe con una forcina e la peperonata avanzata della sera prima e tutto per dare la possibilità ad un culturista/tronista qualunque di salvare il globo terracqueo.
    Ma torniamo al Natale..

    Per le single il Natale è un’ottima occasione per perfezionare alcune delle specialità olimpiche da donne sole:

    Entri in un negozio con l’aria da benefattrice pronta a spendere tutti i soldi che NON HAI per amici e parenti. E mentre sei li, che pensi “Ma quanto piaceranno questi guanti a XXX?” l’occhio ti cade su un cappellino che la buonanima di Norma Jean Baker se potesse tornerebbe dal regno dei morti facendosi largo tra gli sciapissimi vampiri di twilight per averlo.. e che fai? Non TE LO PRENDI?

    E cosi per tutti gli altri millemila regaliNI. Uno a loro. Uno a TE. Che sei sola. E a Natale a pranzo con i tuoi, almeno al posto di ascoltare i monologhi di mamma potrai passare in rassegna tutti i premi che ti sei autoassegnata…
    Ti ho già detto che la figlia di cosa si è sposata con il nipote di coso?
    Unpaiodiguanti,uncappellino,unpaiodiscarperossechenonmetteromaimasonobellissime.

    Dopo settimane di capresi, insalatine, no l’aceto balsamico no ti trovi ad ingurgitare quantità di carboidrati che se alle medie avessi realmente capito come si fanno le equazioni invece di fare i cuoricini sulle i ora sapresti che con quello che mangi tra il 24 e il 26 dicembre ci potresti asfaltare il Kazakistan.

    Assetto da guerra: magliettone/pigiamone regalato da parente che ha accantonato l’idea di una tua ipotetica riproduzione + cofanettone con opera omnia di sex simbol anni ’80 o ’90, se sei sul 2000 sei già alla deriva toy boy…

    Ogni single che si rispetti aggiorna una lista di buoni propositi ogni anno, in questo periodo.
    C’è un punto che la mia generazione non tocca dal 1985…
    Credere a Babbo Natale, negli Ufo, e nell’Amore. Anche se da oggi in poi, spesso ti diranno che nessuna delle tre cose esiste veramente.

    570

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN It's a chicken thing

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI