Natale 2008: attenzione alle allergie

da , il

    allergia alimentare bambino

    Le allergie, soprattutto quelle alimentari, sono sempre più diffuse. In ogni famiglia c’è sicuramente qualcuno che ne soffre. A Natale e a Capodanno le golosità in tavola sono innumerevoli e così anche i rischi di allergie! Bisogna distinguere le allergie dalle intolleranze. L’allergia scatenata dei sintomi abbastanza seri entro pochi minuti dall’assunzione di un determinato alimento.

    L’intolleranza, invece, ha dei sintomi meno seri, in quanto si manifesta con sintomi meno gravi dovuti ad un accumulo di tossine. L’allergia può provocare bruciore alla bocca, attacchi d’asma improvvisi, orticaria diffusa, gonfiori e anche shock anafilattico, mentre l’intolleranza provoca solitamente mal di pancia, dissenteria o sfoghi cutanei.

    Le allergie e le intolleranze riguardano i seguenti cibi: latte, frutta secca, crostacei, soia, lievito, legumi, rosso d’uovo e glutine. Sarebbe consigliabile quando si hanno ospiti a pranzo o cena, informarsi prima se soffrono di eventuali allergie o intolleranze. La persona allergica o intollerante deve far presente il problema alla padrona di casa che dovrà organizzarsi per evitare che l’ospite possa stare male.

    Oltre ad evitare gli alimenti a cui si è allergici o intolleranti, è consigliabile informarsi sugli ingredienti utilizzati per la preparazione dei piatti: molti infatti contengono allergeni. Per fortuna le aziende produttrici specificano nella lista di ingredienti quali sono i possibili allergeni contenuti nel prodotto. Avete notato la dicitura “contiene tracce di…..”?

    Le persone che soffrono di allergie devono portare sempre con sè un antistaminico e un cortisonico da prendere nel caso si fosse assunto accidentalmente un alimento a cui si è allergici. In ogni caso è meglio andare al pronto soccorso più vicino.