Morta Laura Antonelli, la regina della commedia sexy [FOTO]

Morta Laura Antonelli, la regina della commedia sexy [FOTO]
da in Attrici, Celebrità Italiane, Cronaca
Ultimo aggiornamento:

    Morta Laura Antonelli, la regina della commedia sexy che ha fatto sognare milioni di italiani. Ritrovata senza vita nella sua abitazione di Ladispoli dalla domestica, Laura aveva 74 anni e da tempo si era ritirata in solitudine. Nata in Istria, a Pola, aveva trovato il successo qui da noi, interpretando ruoli sensuali e maliziosi, primo fra tutti quello della cameriera di “Malizia” di Salvatore Samperi. Un viale del tramonto, il suo, lungo e doloroso che l’ha vista pian piano scomparire dalla scena pubblica privandoci di un interprete di indiscusso valore.

    Spentasi all’età di 74 anni dopo una carriera che l’ha vista protagonista di tante pellicole erotiche e d’autore, Laura Antonelli ci ha lasciato in eredità una ricca carrellata di personaggi femminili che hanno segnato un’epoca. Insieme a Femi Benussi, Alida Valli e Silvia Koscina fece parte del quartetto delle “bellissime quattro” di origini dalmato-istriane, tanto amate all’epoca. Ma la bellezza non era la sua unica qualità, dimostrò presto il suo valore come interprete, esordendo nel cinema ancora giovanissima, anche se il primo ruolo degno di nota risale al 1971, quando venne scelta per “Il merlo maschio” di Pasquale Festa Campanile. Ma è nel 1973 che arrivò il successo vero e proprio grazie a “Malizia” di Salvatore Samperi, in cui tutta la sua carica erotica esplose conquistando definitivamente i cuori degli italiani. Non solo, il ruolo le valse il Nastro d’Argento alla migliore attrice protagonista e il Globo d’oro alla miglior attrice rivelazione, premio della stampa estera.

    La sua carriera proseguì nel cinema d’autore con registi del calibro di Visconti ed Ettore Scola, che riuscirono a trarre il meglio dalla sua personalità sfaccettata ed ambigua.

    GUARDA VIRNA LISI, MORTA NEL 2014 PER UN MALORE IMPROVVISO

    Ma la sua parabola si arrestò bruscamente nel 1991 quando venne accusata di spaccio di droga. Da quel momento in avanti l’attrice non si riprenderà più, nonostante qualche tentativo di riemergere cinematograficamente. Il colpo ferale definitivo giunse con lo sfregio subito in seguito a un trattamento anti-rughe. Ne conseguì una profonda sofferenza che la portò persino a un ricovero psichiatrico. Come accade a tanti personaggi del mondo dello spettacolo, imboccò definitivamente il viale del tramonto fino alla morte occorsa il 21 giugno nella sua casa di Ladispoli. Chapeau a una vera diva d’altri tempi!

    GUARDA ANNA MAGNANI, UN’ALTRA ICONA DEL CINEMA ITALIANO

    414

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttriciCelebrità ItalianeCronaca Ultimo aggiornamento: Lunedì 22/06/2015 11:25
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI