Monica Lewinsky: “Oggi dico la mia verità sul sexgate” [FOTO]

Monica Lewinsky: “Oggi dico la mia verità sul sexgate” [FOTO]
da in Celebrità straniere, Cronaca
Ultimo aggiornamento:

    Monica Lewinsky dopo 15 anni rompe il silenzio: “Oggi dico la mia verità sul sexgate”. Secondo quanto dichiarato a Vanity Fair (edizione USA), la sua relazione con l’ex Presidente Clinton sarebbe stata consensuale. Ma c’è di più, la Lewinsky parla anche di abusi, perpetrati ai suoi danni dall’entourage di Clinton, che per mettere a tacere la vicenda tentò di diffamarla. La domanda sorge spontanea: è la verità o una semplice mossa architettata dai repubblicani in vista delle Presidenziali del 2016?

    Monica-Lewinsky
    Monica Lewinsky fa di nuovo parlare di sé a distanza di 15 anni dal sexgate, confessando dalla pagina Facebook di Vanity Fair USA quella che lei definisce la verità. La decisione di raccontarsi per la prima volta dopo così tanto tempo sarebbe nata in seguito alla morte di Tyler Clementi, diciottenne suicidatosi a causa di un video pubblicato online che lo vedeva baciare un altro ragazzo, uno dei tanti casi di cyberbullismo, fenomeno in crescita a livello internazionale. La Lewinsky si è infatti autodefinita capro espiatorio delle umiliazioni in rete: “ Capisco cosa si sente a ricevere una tale umiliazione. Ho rivissuto i momenti di quel lontano 1998, quando lo scandalo mi ha portato a sentirmi la persona più umiliata del mondo. Quando mia madre non mi abbandonava per un solo istante, restava a fianco al mio letto ogni notte, per paura che potessi commettere anche io un gesto estremo… che la vergogna, il disprezzo potessero portarmi al suicidio.”

    La confessione, in cui la Lewinsky ha parlato di relazione consensuale e addirittura di diffamazione da parte dell’entourage di Clinton, sarebbe quindi un gesto di solidarietà nei confronti di tutti coloro che subiscono umiliazioni gratuite. Certo, il dubbio sulla veridicità delle sue affermazioni sorge spontaneo, visto che non manca molto alla campagna elettorale che potrebbe vedere Hillary Clinton, una delle donne più potenti della storia, come candidata dei democratici alle Presidenziali del 2016.

    Bill-Clinton-e-Monica-Lewinsky
    Il sexgate Clinton Lewinsky ha inizio nel 1995, anno in cui Monica, appena ventenne, viene assunta alla Casa Bianca come stagista. In questo periodo la giovane stringe con Clinton un rapporto sospettosamente confidenziale, che va ben oltre il semplice lavoro.

    A fine anno viene assunta dall’ufficio legislativo per consegnare documenti nello Studio Ovale, ma nel 1996 Evelyn Lieberman decide di trasferirla al Pentagono, definendola inadeguata all’incarico a causa del suo comportamento immaturo. E’ qui che la Lewinsky incontra l’amica-collega Linda Tripp, alla quale confessa la sua relazione con Bill Clinton. Quest’ultima inizia a registrare le telefonate con Monica, raccogliendo così testimonianze sulla compromettente relazione. Nel 1997 Linda racconta tutto al Newsweek con prove alla mano, scoppia così lo scandalo, destinato a far parlare di sé per moltissimi anni.

    555

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Celebrità straniereCronaca Ultimo aggiornamento: Mercoledì 07/05/2014 18:00
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI