Mondiali 2014, l’Italia sconfitta dalla Costa Rica si complica la qualificazione [FOTO]

Mondiali 2014, l’Italia sconfitta dalla Costa Rica si complica la qualificazione [FOTO]
da in Mondiali 2014
Ultimo aggiornamento:

    L’Italia fatica e si fa travolgere dalla Costa Rica che si qualifica per gli ottavi di finale del Mondiale di calcio 2014 dimostrando superiorità nella gestione della gara, nel carattere e nel risultato finale. Il termometro di certo non è stato di grande ausilio agli azzurri del ct Cesare Prandelli che si sono mostrati lenti e compassati non ripetendo la buona prestazione atletica dimostrata con l’Inghilterra nella gara d’esordio. Così gli azzurri dovranno percorrere la strada per gli ottavi di finale in salita e si giocheranno la qualificazione contro l’Uruguay con cui basterà solo un pareggio. Ma saranno necessarie più determinazione ed energie.

    Sul prato dell’Arena Pernambuco a Recife sono le 13 locali, 18 italiane, quando l’arbitro fischia l’avvio del match Italia-Costa Rica, secondo round del girone D Mondiale, determinante per la qualificazione agli ottavi di finale. Cesare Prandelli mantiene lo scheletro della formazione scesa in campo con l’Inghilterra ma cambia alcune pedine. Tra i pali torna Gigi Buffon che, recuperato l’infortunio riprende i guantoni nazionali. I difensori centrali sono Barzagli e Chiellini affiancati sulle fasce dai terzini Abate e Darmian. A centrocampo Thiago Motta, al posto di Verratti, Pirlo, De Rossi, Marchisio, Candreva e in attacco Mario Balotelli. Unica punta, scelta discutibile. Nella prima frazione di gara, gli azzurri di Cesare Prandelli, nonostante il pressing incalzante, faticano a trasformare in goal diverse occasioni a tu per tu con la porta sprecando, con Mario Balotelli, due grandi occasioni. A sbloccare il risultato è però la Costa Rica, allo scadere del primo tempo, con il colpo di testa di Bryan Ruiz che prima si stampa sulla traversa e poi oltrepassa la linea di porta. Nel secondo tempo Cesare Prandelli effettua subito il cambio spostando così il baricentro più avanti: fuori Thiago Motta per Antonio Cassano, applaudito e fotografato dalla moglie Carolina Marcialis in splendida forma sugli spalti dell’Arena Pernambuco con i loro due figli.

    Cesare Prandelli opta presto anche per le altre due sostituzioni a disposizione e si gioca le carte Lorenzo Insigne e Alessio Cerci, così la trazione della formazione azzurra diventa decisamente anteriore ma resta poco lucida, poco reattiva e inconcludente.
    Sugli spalti oltre a Carolina Marcialis e Fanny per il suo SuperMario, anche Alena Seredova, con la maglia dell’Italia numero uno e che, nonostante i rumors che l’hanno coinvolta negli ultimi mesi, ha deciso di timbrare il passaporto e raggiungere il Brasile per portare i suoi due figli a tifare per il loro papà Gigi Buffon.
    All’Arena Pernambuco, non solo Wags ma anche il conduttore televisivo Paolo Bonolis che ha raggiunto il Brasile negli ultimi giorni per tifare la Nazionale insieme al figlio.

    Ora gli azzurri di Cesare Prandelli avranno pochi giorni per digerire la prestazione con la Costa Rica perché il prossimo impegno sarà già martedì 24 giugno alle 18 italiane contro l’Uruguay che si gioca ancora la qualificazione agli ottavi di finale. La formazione uruguayana, dopo la vittoria con l’Inghilterra, sul tabellone conta ben tre punti e sarà agguerrita per strapparne ancora tre punti nell’ultima occasione per poter proseguire il suo sogno mondiale. Agli azzurri basta un pareggio ma deve arrivare psicologicamente, oltre che fisicamente, positiva allo scontro con l’Uruguay. L’Italia non può, e non deve, replicare una prestazione come quella di oggi con la Costa Rica e non lasciarsi intimidire tirando fuori grinta e tecnica perché il sogno può, e deve, essere azzurro.

    657

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mondiali 2014 Ultimo aggiornamento: Sabato 21/06/2014 10:29
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI