Modella si suicida: in una lettera confessa “sono stanca delle botte di mio marito”

Modella si suicida: in una lettera confessa “sono stanca delle botte di mio marito”
da in Cronaca, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:
    Modella si suicida: in una lettera confessa “sono stanca delle botte di mio marito”

    Modella si suicida confessando, poco prima della morte, di averlo fatto a causa delle botte del marito. Si chiamava Priyanka Kapoor Chawla, era un’indiana moderna, amante della bella vita. Peccato che il marito Nitin Chawla fosse estremamente possessivo, gelosissimo e incattivito. Il matrimonio era diventato una vera e propria prigione per la modella, che a soli 3 mesi dalle nozze ha deciso di togliersi la vita, confessando le ragioni del suicidio in una straziante lettera.

    Priyanka Kapoor Chawla era una giovane modella indiana sposata da 3 mesi con Nitin Chawla, ricco imprenditore innamoratissimo, a suo dire, della ragazza. Un matrimonio che avrebbe dovuto renderla felice e che invece l’ha portata alla disperazione, tanto da indurla al suicidio, tragedie che purtroppo si ripetono spesso e che, in altri casi, sfociano in omicidi come quello della 15enne stuprata e bruciata viva dal compagno. Il marito l’aveva infatti costretta a rinunciare agli amici, al lavoro di modella e alla vita sociale a 360 gradi. A confessarlo lei stessa in una lettera scritta poco prima del tragico gesto: “Sono stanca delle botte di mio marito” e prosegue definendo il matrimonio come “il peggiore errore della sua vita”. Le amiche confermano: “Quell’uomo era ossessionato. Una volta ha provato a disobbedirgli e Nitin l’ha picchiata a sangue. Aveva l’abitudine di rinchiuderla in casa e torturarla.”

    La ragazza si è suicidata domenica 27 marzo nel suo appartamento di New Delhi, un’ennesima tragedia causata dalle violenza sulle donne troppo occidentalizzate in India.

    La polizia è giunta in loco su richiesta dei familiari, preoccupati dalla sua assenza prolungata. Interrogati, hanno affermato di non essere al corrente del comportamento violento del marito: “Era così gentile. Si prendeva cura di lei e non ha mai mostrato alcuna indole violente. Eravamo certi che l’avrebbe resa felice”. Ma la sorella della modella, Dimpy, ha invece dichiarato che la famiglia era contraria al matrimonio, specialmente all’inizio, visto che Nitin era più vecchio di 10 anni e usciva da una relazione finita male. Al momento Nitin è in stato di arresto.

    404

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaViolenza sulle donne Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30/03/2016 12:08
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI