Moda inverno 2010: il cappotto cammello

da , il

    Il caro vecchio cappotto cammello ritorna alla grande sulle passerelle, e a breve anche tra le strade di città, riportandoci indietro negli anni. Pronte a rovistare nell’armadio di mamma?

    Se state pensando di acquistare un cappotto per l’inverno, fermatevi subito! Fate prima un test nell’armadio delle vostre mamme o nonne e cercate un cappotto cammello, su via, ci deve essere per forza, provatelo e vedete se fa per voi.

    Già, perché quest’anno il cappotto cammello, che fino a poche stagioni fa avrebbe fatto inorridire tutte le fashion addicts, ora ritorna alla gloria, rilanciandosi alla grandissima.

    Beh, perfetto, non c’è che dire, per fortuna la moda ci aiuta a far fronte alla crisi quest’anno, garantendoci un guardaroba Amarcord di tutto rispetto!

    Ed ecco allora che in un periodo di crollo di punti di riferimento e di sicurezze, riappaiono i cari vecchi abiti cult, quelli sicuri della loro inossidabile eleganza.

    Pensate che il debutto in società di questo capospalla must-have si fa risalire ufficialmente ai giochi olimpici londinesi del 1908, ma è solo negli Anni 20 che il suo charme impeccabile conquista prima il guardaroba maschile e poi quello femminile.

    Insomma un pezzo di storia del costume da indossare senza timori. Oggi il cappotto cammello, se proprio avete deciso di acquistarlo, tenta di sdrammatizzare con effetti sorpresa, come ad esempio la versione smanicata o a manica corta, come quella che vedete nelle immagini.

    Si passa dalla linea a mantella a quella in seta, purchè sia color cammello.

    Foto:

    www.elle.it