Minigonna: fino a che età si indossa?

da , il

    Fino a che età si può indossare la minigonna? E’ una domanda che molte donne si pongono. A volte a dettare la fine dell’era gambe scoperte è l’età, altre volte il fisico, oppure i gusti che si evolvono. Scopriamo come regolarsi con questo capo super sexy.

    Basta accendere la tv per vedere un’ Alba Parietti o una Lory del Santo qualunque sfoggiare senza problemi le gambe accavallate, fasciate in una minigonna mozzafiato, nonostante il campanello dei cinquant’anni sia suonato. Come regolarsi allora? C’è davvero un limite di età, che la società riconosce, in cui è tempo di appendere la gonna corta al chiodo oppure l’età che realmente conta è quella che ci si sente dentro?

    Purtroppo il buongusto, di solito se ne infischia di ciò che ci sentiamo dentro, e se è anche vero che ci sono ventenni che stanno malissimo con una gonna corta e quarantenni con gambe perfette che farebbero invidia alle loro figlie, le persone che ci circondano, comunque raramente risparmiano i commenti su chi sfoggia un’audace minigonna non avendone più gli anni o il fisico.

    C’è chi dice che l’età giusta per metterla nell’armadio siano i 30 anni, almeno per i comuni mortali, qualcuno invece stabilisce un limite ai 40. Intanto l’Observer, sdoganata a ogni età la minigonna, stabilendo che non esiste un momento preciso in cui rinunciare a mostrare le gambe.

    Ma attenzione perché c’è una regola da seguire: dopo i 30 anni bisogna mettersi in piedi con le mani lungo i fianchi e verificare che l’orlo scenda oltre le unghie, mentre dopo i 40 il trucco è piegarsi al raccogliere qualcosa e costatare se la gonna scopre la cellulite. Se la tanto odiata buccia d’arancia è in bella vista allora, è il caso di allungare la gonna oppure di sottoporsi a qualche trucco per liberarsene!

    Foto:

    www.vescovadoravello.net

    www.mistersex.it

    Dolcetto o scherzetto?