Milano, sfugge a un tentativo di stupro: aggressore fermato dai passanti

La vittima è riuscita a mettere in fuga l'uomo, un romeno con precedenti per stupro che nel 2012 gli erano costati una condanna a due anni di carcere. Provvidenziale l'intervento di alcuni passanti che hanno bloccato l'aggressore sino all'arrivo della polizia.

da , il

    Milano, sfugge a un tentativo di stupro: aggressore fermato dai passanti

    Sfugge a un tentativo di stupro a Milano, aiutata dai passanti che bloccano a terra l’aggressore: è successo a una ragazza in viale Liguria, dove un uomo, romeno di 31 anni con precedenti penali per violenza sessuale e una condanna a due anni di carcere alle spalle, l’ha aggredita. La vittima è riuscita a metterlo in fuga con una reazione a sangue freddo, rivelatasi provvidenziale. Il fatto è accaduto il 20 settembre, intorno alle 21.

    Tenta di violentarla ma lei reagisce: l’aggressore scappa e viene bloccato dai passanti

    Una serata come tante, in viale Liguria a Milano, per una ragazza che, come tante, passeggia tranquillamente ignara del pericolo in agguato. Un romeno di 31 anni l’aggredisce, e la sua identità, si scoprirà subito dopo, non è nuova alla giustizia. Marius Alin Kibedi, questo il nome dell’aggressore, tenta di stuprare la giovane, e alle sue spalle c’è un importante precedente per lo stesso reato che nel 2012 gli è costato una condanna a due anni di carcere.

    La ragazza ha la forza di reagire prima che si consumi la violenza, mette in fuga l’uomo che, però, in quella corsa verso la certezza di averla fatta franca viene intercettato da 3 passanti che dopo un breve inseguimento riescono a bloccarlo a terra, consentendone così l’arresto.

    L’aggressore ha un precedente per stupro

    Nel 2012, i carabinieri di San Donato Milanese l’avevano fermato dopo l’aggressione a una ragazza. Anche in quel caso per strada, anche in quel caso uno stupro mancato. Per questo episodio era stato condannato a due anni di reclusione, pena patteggiata.

    Non è ancora chiaro se l’uomo stesse pedinando la sua ultima vittima, mentre emergono ulteriori dettagli dell’aggressione: la ragazza, 28enne, non si è accorta della presenza di Kibedi, il quale avrebbe approfittato dell’assenza di altre persone per aggredirla mentre percorreva viale Liguria in direzione della stazione Romolo.

    L’ha spinta contro il muro per poi palpeggiarla, scatenando, per tutta risposta, una reazione probabilmente inaspettata: la donna è riuscita a divincolarsi e ha iniziato a urlare, attirando così l’attenzione di tre uomini che si sono subito messi all’inseguimento.

    Nella fedina penale di Kibedi anche un precedente per scippo, nella zona di piazzale Lotto. Gli inquirenti non escludono che prima della più recente aggressione si sia macchiato di altri reati simili, probabilmente non denunciati e finiti così nel limbo del silenzio.