Milano Moda donna: Agatha Ruiz de la Prada

da , il

    Si è conclusa proprio oggi Milano Moda Donna, appuntamento irrinunciabile con il mondo del fashion, che si tiene nel capoluogo lombardo. Tra le tante sfilate di moda, non è passata sicuramente inosservata quella di Agatha Ruiz de la Prada autunno inverno 2009 2010.

    Originale e colorata, proprio come suggerisce questa griffe spagnola, la collezione Agatha Ruiz de la Prada ha colpito il pubblico per fantasia e ispirazione artistica.

    E’ infatti proprio a celebrità del mondo dell’arte come Man Ray, Tzara, Oppenheim, e Magritte che richiama lo stile di questa linea, sempre in bilico tra surrealismo e provocazione volontaria o involontaria che sia.

    Gli abiti de la Prada parlano con il linguaggio dei bambini, fatto di colori sgargianti, forme elementari, segni, ma molto efficace e ammirato da tanti.

    Gli abiti sono vere e proprie sculture, pezzi d’arte che hanno segnato la carriera della stilista, è il caso ad esempio del vestito piano, il vestito gabbia e il vestito ombrello.

    Gli abiti sono realizzati con i tessuti artistici più disparati, dalla seta, alla garza, al velluto e la lana, ai metallizzati, olografici, vernici ma anche trapuntati.

    Gli abiti sono presentati appoggiati ad appendiabiti e non necessariamente indossati da modelle. Non mancano le pallicce ecologiche a sottolineare la vocazione animalista della stilista.

    Un omaggio al surrealismo e alla figura del pittore Salvador Dalì, proprio in occasione dei vent’anni dalla morte che ricorrono quest’anno. Tale ispirazione si legge negli abiti, negli accessori moda come nei colori e le forme.

    Foto:

    Dellamoda