Maturità 2017, le tracce della prima prova

Ecco le tracce della prima prova di maturità 2017: primo giorno degli esami di Stato per oltre 500.000 studenti impegnati con gli scritti, iniziati oggi con la prova di italiano uguale per tutti gli Istituti e gli indirizzi. Dopo mesi di ipotesi sulla tracce possibili, il plico telematico inviato alle scuole dal Miur ha sciolto tutti i dubbi.

da , il

    Maturità 2017, le tracce della prima prova

    Svelate le tracce della prima prova della maturità 2017, che è sul banco di circa 500.000 studenti di tutta Italia, da stamane impegnati con il primo scritto degli esami di Stato. Sono oltre 25.000 le classi coinvolte , per un totale di 12.675 commissioni. Nei giorni scorsi, come ormai consueto, si sono consumate le più fantasiose ipotesi in quello che è a tutti gli effetti un toto-traccia che si ripete anno dopo anno. E se, da un lato, è vero che l’aver studiato costantemente per tutto l’anno scolastico “scongiura” buona parte degli ostacoli in sede d’esame, dall’altro è innegabile il fascino controverso del temuto diploma, cui molti studenti (anche i più preparati) si avvicinano con riverente timore. Come per gli anni passati le tracce dei temi di maturità portano con sé lo spauracchio dell’avvento degli esami di maturità 2017. Il web ha fornito molti spunti sui possibili temi oggetto della prima prova (uguale per tutti gli Istituti e indirizzi), si sono spesi consigli e suggerimenti ma ora ci siamo: ecco le tracce d’esame scelte dal Miur.

    Maturità 2017: le tracce

    Il plico telematico inviato dal Miur alle scuole ha svelato le tracce scelte per la prima prova di maturità 2017: spazzati via i fantasiosi pronostici, gli studenti avranno sei ore di tempo per svolgere uno dei temi tra quelli proposti.

    • Analisi del testo: l’autore scelto è Giorgio Caproni. Nello specifico è la lirica “Versicoli quasi ecologici” (1972, dalla raccolta Res Amissa)
    • Saggio breve artistico-letterario: “La natura tra minaccia e idillio nell’arte e letteratura”
    • Saggio breve tecnico-scientifico: “Robotica e futuro tra istruzione, ricerca e mondo del lavoro”
    • Saggio storico-politico: “Disastri e ricostruzione”
    • Saggio socio-economico: “Nuove tecnologie e lavoro”
    • Tema storico: “Il miracolo economico italiano degli anni 50 e 60″, con citazioni da Bevilacqua e Ginsborg
    • Tema di attualità: “Il progresso”, partendo da una citazione di Edoardo Boncinelli (“Per migliorarci serve una mutazione”)

    Prima prova maturità 2017: cosa si ipotizzava sulle possibili tracce

    Mentre il Miur ha più volte rassicurato sulla natura assolutamente “accessibile” delle tracce scelte per le prove dell’esame di Stato 2017, non tutti si sentono al sicuro nonostante i temi siano indicati come “alla portata di tutti”. La prima prova di maturità 2017, e le possibili tracce, sono stati argomento tra i più cliccati dai maturandi di tutta Italia.

    Così, se per alcuni qualche argomento è ritenuto “papabile”, per altri non è neppure preso in considerazione. Vediamo cosa si riteneva potesse comparire tra le tracce predisposte dal Ministero dell’Istruzione. Il primo scritto è uguale per tutti i maturandi indipendentemente dall’indirizzo di studio e ha un tempo di svolgimento di 6 ore.

    Da Grazia Deledda a Italo Calvino, analisi del testo in lizza per la prima prova

    Una donna la protagonista della prima prova 2017? Tanti credevano fosse possibile, e il nome più gettonato era quello dell’autrice sarda Grazia Deledda: verismo, decadentismo, amore e lotta tra bene e male potrebbero davvero costituire una traccia d’esame. Tra i più quotati anche Giovanni Pascoli, Italo Svevo e Italo Calvino, sicuramente tra i più imponenti e influenti letterati tra Ottocento e Novecento.

    Altro autore quotato Umberto Saba, piuttosto accreditato dagli studenti perché il 25 agosto ricorre il 60esimo anniversario della sua morte.

    Secondo una regola non scritta ma attentamente osservata dai maturandi, il Miur alternerebbe prose ad analisi del testo. Nel 2017 sarebbe stata quindi la volta della seconda opzione, e poiché il Ministero tiene conto di anniversari e avvenimenti importanti durante l’anno in corso, Saba era considerato plausibile. Possibile anche Ugo Foscolo (di cui ricorre il 190esimo anniversario della morte), così come Luigi Pirandello (nato 150 anni fa).

    Anniversari tra le possibili tracce

    Il 60esimo anniversario dei Trattati di Roma era un altro possibile tema della prima prova. Firmati il 25 marzo 1957, hanno sancito la nascita della Comunità europea. Per l’alto valore che rappresentano, erano considerati argomento particolarmente gettonato. Anche i 100 anni dalla nascita del presidente J.F. Kennedy tra i temi ritenuti possibili, sia per la tragica morte che lo ha reso tristemente immortale, sia per le politiche protagoniste della Guerra Fredda.

    Altra traccia che il Miur si riteneva potesse portare sui banchi dei maturandi il 25esimo anniversario della strage di Capaci, in cui persero la vita il giudice antimafia Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta.

    Temi di attualità

    Tra i temi di attualità che molti consideravano probabili, il terrorismo e i grandi attentati , la crisi economica su scala globale che interessa Italia ed Europa in prima linea, l’immigrazione come fenomeno storico che coinvolge la politica nazionale e internazionale. Una traccia possibile si pensava potesse essere anche quella sul tema dell’accoglienza dei migranti, con annessi gli argomenti collaterali quali summit G7 di Taormina e Brexit.

    Dolcetto o scherzetto?