Marmellata di fragole, la ricetta

da , il

    Oggi preparariamo la marmellata di fragole, dato che siamo in primavera e le fragole sono nel loro periodo migliore meglio pensare anche ai freddi mesi invernali nei quali delle fragole non ci sarà neanche l’ombra. La ricetta che seguiremo è ben collaudata, io l’ho usata varie volte quindi andate sul sicuro.

    La marmellata di fragole è uno dei gusti più apprezzati sia dai grandi che dai bambini, è buonissima sulle fette biscottate ma si può usare per farcire le crostate e anche per preparare dei muffin sfiziosi, la marmellata si trova tutto l’anno al supermercato ma credetemi, fatta in casa è tutta un’altra cosa, a parte la soddisfazione che è un aspetto non indifferente, il fatto di non mettere aromi chimici e conservanti la renderà oltre che più buona anche sana.

    Ingredienti per la marmellata di fragole

    • 1 kg di fragole fresche e mature
    • 1 kg di zucchero
    • succo di limone (se occorre)
    • 1 bustina di fruttapec 1:1

    Preparazione

    Mondate le fragole, togliete le foglioline verdi e le eventuali parti rovinate e poi tagliatele a pezzetti molto piccoli, se vi piace trovarli, potreste lasciare anche qualche fragolina intera. Mettete tutte questi pezzetti in una pentola capiente e aggiungete il Fruttapec 1:1, mescolate bene con un cucchiaio di legno.

    Portate a ebollizione a fiamma viva e poi aggiungete molto rapidamente lo zucchero, mescolate dinuovo e portate dinuovo a ebollizione a fiamma ben vivace.

    Fate bollire per 3 minuti, considerate che i tre minuti dovete contarli da quando la marmellata giunge a forte ebollizione. Togliete la pentola dal fuoco e con il mestolo forato mescolate per un minuto per far dissolvere la schiuma.

    A questo punto fate la prova di consistenza nel piattino, mettete 2-3 cucchiaini di marmellata su un piattino e valutate la consistenza, se vi sembra troppo liquida aggiungete il succo di mezzo limone e portate dinuovo a ebollizione, poi proseguite per un altro minuto, togliete l’eventuale schiuma che si è formata.

    Preparate dei vasetti puliti, sterilizzati e asciutti e versate dentro la marmellata ancora fluida e bollente riempiendoli fino all’orlo, chiudeteli bene e poi capovolgeteli per 5 minuti. Mettete i barattolini in credenza e consumatela quando volete.

    Considerate che dopo 24 ore la marmellata si può mangiare perchè ha raggiunto la giusta consistenza, dato che abbiamo messo la stessa quantità di zucchero e di frutta non ci sarà nessun problema di muffa quindi anche dopo un anno sarà buonissima e profumata.

    Foto da:

    www.bbcgoodfood.com www.edibleportland.com www.flickr.com/photos/evinrude casa.atuttonet.it

    Dolcetto o scherzetto?