Mammografia: si deve fare a 40 anni

da , il

    mAmmografia 40 anni

    La mammografia è un esame molto importante che per noi donne può fare la differenza tra la vita e la morte, tra cure invasive e cure più flessibili, insomma è un’arma contro il tumore al seno, l’unica che abbiamo per salvaguardare la nostra salute. Al momento il tumore al seno colpisce una donna su otto e, nonostante le cure siano sempre più efficaci, non dobbiamo dimenticare che la cosa più importante è la prevenzione che aiuta anche nella diagnosi precoce, essenziale per sperare in una guarigione completa.

    Parlare di tumore al seno non è mai facile ed anche farsi i controlli non lo è affatto, un po’ per paura, un po’ perchè è nell’uomo sentiesi invincibili e pensare che certe cose possano accadere anche a noi.

    Un nuovo studio consiglia l’allargamento dell’età a partire dai quarant’anni, se prima la mammografia in giovane età era da destinare alle donne che in famiglia avevano precedenti di tumore al seno, adesso lo screening annuale da fare obbligatoriamente è tra i 40 e 84 anni di età, una fascia d’età molto larga ma che offre un valido scudo contro questa malattia.

    L’età più critica resta tra i 50-74 anni, ma sappiamo bene che il tumore più siamo giovani è peggio è gestito dal nostro corpo.

    Secondo gli esperti anticipare l’età dei controlli a 40 anni, ridurrebbe la mortalità del 40% rispetto all’attuale 23%. Direi che vale la pena superare le paure e pensare alla nostra salute!

    Dolcetto o scherzetto?