Malika Ayane: video intervista esclusiva per Pour Femme

Malika Ayane: video intervista esclusiva per Pour Femme
da in Cantanti, Festa della donna, Musica, Primo Piano, Televisione, interviste
Ultimo aggiornamento:

    Artista di successo e mamma felice: ecco in poche e semplici parole Malika Ayane, che dopo il successo del Festival di Sanremo con il Premio della Critica “Mia Martini” e della sala stampa Radio-Tv, è in procinto di iniziare ad aprile il suo tour che prevede concerti sia in Italia che all’estero. La sua canzone “Ricomincio da qui”, nonostante non abbia vinto il Festival, è stata certamente una delle più amate e una delle più trasmesse dalle radio. In occasione della Festa della donna, noi di Pour Femme l’abbiamo intervistata, scoprendo che, dietro ad una cantante eccezionale, c’è anche una donna dolcissima, determinata e di grande valore umano.

    Malika ha parlato a cuore aperto della sua esperienza professionale, del Festival di Sanremo (a cui ha partecipato anche lo scorso anno con la canzone “Come foglie”) ma soprattutto della sua vita di mamma. La giovane cantante infatti ha una bambina di 4 anni.

    Parla con molta serenità della sua vita divisa tra il ruolo pubblico e quello intimo di madre: “Io credo di essere più fortunata di altre donne. Non solo perché faccio il lavoro più bello del mondo, ma anche perché, in alcuni casi, posso spesso organizzarmi autonomamente.”

    Una mamma normale che, con il sorriso, dichiara: “Ho la possibilità di svegliarmi con lei, andarla a prendere io a scuola, cucinare io. Molte donne invece, che fanno lavori più tradizionali escono la mattina, tornano la sera e stanno fuori casa tutto il giorno, tutti i giorni. A me basta un pizzico di organizzazione. Sono stra fortunata”.

    E in occasione della Festa della donna, le abbiamo voluto chiedere quali sono i suoi “miti”, le sue icone del passato e del presente del panorama musicale: “Io sono veramente una vittima del passato.

    Io adoro Ella Fitzgerald e Billy Holiday, la mia cantante preferita in assoluto. Mi piace tanto Nina Simone, piuttosto che James Joplin, tutte quelle voci “imprescindibili” insomma. Tra le contemporanee credo ci sia un panorama ricchissimo, con personalità molto forti. Pensiamo ad esempio ad Alicia Keys e Joss Stone, giovani ma tostissime.”



    Per quanto riguarda la vita professionale, Malika sottolinea come in questo 2010 la sua partecipazione al Festival si stata decisamente più carica d’ansia e di emozione rispetto allo scorso anno quando, ancora poco conosciuta, l’unico suo compito era quello di ammaliare il pubblico: riuscendoci perfettamente, aggiungiamo noi. “Da adulti bisogna prendersi delle responsabilità e questo mi spaventa”, ci ha infatti confidato.

    Nel frattempo comunque il suo nuovo album “Grovigli”, uscito proprio in concomitanza con il Festival è giù un successo. “E’ un album che io trovo molto solare e positivo. Il filo conduttore di tutti i brani è questo porsi verso la vita per volerla cavalcare e surfare. Un po’ come prendere in mano se stessi e andare dritti all’obiettivo, perdendosi, facendosi male, sbagliando molto ma ricordandosi che è molto importante volersi bene.”

    Ecco a tutte voi la video intervista! E i nostri migliori auguri per la Festa della donna!

    633

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CantantiFesta della donnaMusicaPrimo PianoTelevisioneinterviste

    Speciale Pasqua

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI