MacGyver il remake, che differenze ci sono con la serie cult degli anni 80?

Il remake della serie cult MacGyver riuscirà ad appassionare il pubblico? Vediamo le differenze tra il MacGyver di ieri e di oggi, e quali sono i motivi per cui, secondo molti, sarà difficile dimenticare Richard Dean Anderson nei panni dell'ingegnoso e accattivante agente segreto Angus MacGyver.

da , il

    MacGyver il remake, che differenze ci sono con la serie cult degli anni 80?

    Il remake della serie cult anni ’80 MacGyver incuriosisce e allo stesso tempo spaventa milioni di fan e alcuni critici: il nuovo protagonista, Lucas Till, riuscirà a soppiantare lo storico volto della serie interpretata da Richard Dean Anderson per sette stagioni, dal 1985 al 1992? Molti sostengono di no, restando fedeli al ricordo dell’originale agente solitario tra i più amati di quel decennio. Ora che il nuovo MacGyver sbarca in Italia, i dubbi dei nostalgici saranno gradualmente sciolti dal giovane attore protagonista, o verranno invece alimentati nel rimpianto dei tempi che furono? Scopriamo insieme le differenze tra il vecchio e il nuovo MacGyver, e quali possono essere i motivi per cui si è alzato forte il coro: “Come il primo MacGyver, nessuno mai”. E il pericolo di scottarsi nella sfida contro un’icona mondiale come Anderson, per il giovane Lucas Till sembra dietro l’angolo.

    MacGyver: tutte le differenze tra originale e remake

    Nato senza dubbio in odore di “impossibilità”, non fosse altro che per l’oggettiva difficoltà di spodestare l’Angus MacGyver di Anderson nell’immaginario collettivo, il remake ha provato a dare un volto “giovane” a una serie che tanti, troppi appassionati non vogliono proprio lasciarsi alle spalle. Perché se è vero che il cult ha colpito nel segno per la sceneggiatura capace di mescolare azione e non violenza (MacGyver, infatti, usava esclusivamente l’intelligenza al posto della forza fisica), il vero cuore pulsante è sempre stato solo uno: Richard Dean Anderson. Sarà lui l’ostacolo più alto, per molti insormontabile, alla nuova versione della serie, che inevitabilmente indossa le vesti di un’ardua impresa.

    Stesso ideatore, Lee David Zlotoff, per due prodotti televisivi con spunti simili ma sviluppi e (possibili) esiti del tutto differenti nella critica. Cosa c’è di diverso nel remake di MacGyver, nel 2016 messo a dura prova, negli Usa, dal confronto con la serie anni 80?

    Addio all’eroe solitario

    Il nuovo MacGyver, oltre all’aspetto, cambia anche, in parte, l’identità che l’ha reso famoso: non è più un eroe solitario ma si accompagna a due figure del tutto assenti negli anni 80: un’intrigante donna, hacker, Riley Davis (Tristin Mays) e un “collega” di avventure, Jack Dalton (George Eads).

    Elegante come James Bond

    Già dalla prima scena, nel remake MacGyver si fa vedere in una veste completamente nuova, definita a più riprese “stonata” rispetto all’originale: in smoking, a bordo di una fuoriserie, si dirige a un party sul Lago di Como. Una rappresentazione degna del più famoso dei James Bond.

    Spiritoso e in vena di far battute

    Sarà un tentativo di trovare vie traverse per “bucare lo schermo”, ma il carattere troppo spiritoso e estroverso del protagonista interpretato da Till non va facilmente giù ai fan: sono numerose le battute che cambiano decisamente registro rispetto alla serietà e alla concentrazione con cui è diventato famoso il primo Angus.

    Sceneggiatura molto più action

    Se la serie interpretata da Anderson si fondava sulla non violenza del protagonista (fedele alle arti dell’ingegno per risolvere problemi su problemi), anche questo aspetto cambia notevolmente nel remake: la sceneggiatura assume un tono più action con un giovane MacGyver che non disdegna più l’uso delle armi.

    Rimane intatto l’immancabile coltellino, ma per la più attenta critica potrebbe trattarsi di una magra consolazione.

    LEGGI: I FILM CULT PER LE BAMBINE ANNI 80

    Che fine ha fatto MacGyver oggi?

    Si sa, quando le star vanno in pensione lasciando la loro indelebile impronta su un personaggio, la curiosità sulla loro vita oltre lo schermo non si ferma. Così, dopo che Richard Dean Anderson ha chiuso con la fortunata serie che lo ha reso celebre, la domanda “Che fine ha fatto MacGyver oggi?” è una delle eredità della sua grandezza. Oggi ha 67 anni ed è un convinto ambientalista, molto attivo anche nel sociale. Ha qualche chilo di troppo ma il fascino della sua interpretazione nella serie cult rimane intatto. Insomma, gli anni passano ma sarà davvero difficile lasciare il posto nei cuori dei fan.