Natale 2016

Lucca, morta la donna aggredita e data alle fiamme da un ex collega

Lucca, morta la donna aggredita e data alle fiamme da un ex collega
da in Attualità, Cronaca, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:
    Lucca, morta la donna aggredita e data alle fiamme da un ex collega

    La 46enne dipendente di una cooperativa esterna dell’ospedale di Pisa Vania Vannucchi è morta alcune ore dopo essere stata aggredita e cosparsa di liquido infiammabile nella zona dell’obitorio dell’ex ospedale di Lucca, Campo di Marte. La donna aveva ustioni sul 90% del corpo ed era stata prontamente ricoverata al centro ustionati dell’ospedale Cisanello di Pisa. Prima di essere trasportata in ospedale la vittima avrebbe fatto il nome del suo assalitore: il suo ex collega ed ex compagno, Pasquale Russo. Il 46enne addetto di una cooperativa di servizi per l’ospedale lucchese è accusato di omicidio. Lui ha negato ogni responsabilità agli inquirenti, nonostante alcune testimonianze e un’ustione a un braccio.

    Secondo la ricostruzione, ancora da accertare, la vittima avrebbe incontrato il suo ex compagno ed ex collega per l’ultimo e definitivo chiarimento ieri intorno alle ore 13, ma l’uomo non accettava il rifiuto e così le avrebbe dato fuoco, lanciandole addosso una tanica di benzina. Vania e Pasquale erano vicini all’ospedale dove la donna lavorava come barelliere e tutto ciò aveva consentito ai colleghi di sentire le urla della vittima. Prontamente erano usciti dallo stabile dell’obitorio di Campo di Marte e, rintracciata la donna, le avevano gettato secchi d’acqua addosso. Avevano allertato i vigili del fuoco che erano intervenuti subito sul luogo della terribile aggressione mediante un’ambulanza e l’elisoccorso Pegaso. La donna aveva ustioni sul 90% del corpo ed era stata trasferita d’urgenza al Centro Grandi Ustionati Cisanello di Pisa. “Una scena terribile – aveva raccontato uno dei soccorritori – Bruciava e chiedeva aiuto. Spegnere le fiamme è stato difficile”. Purtroppo Vania non ce l’ha fatta: è morta stamattina alle 6.

    SARA DI PIETRANTONIO: LA RAGAZZA BRUCIATA VIVA DAL SUO EX

    Lucca, l'arresto del presunto aggressore

    Pasquale Russo, sposato e padre di due figli, aveva conosciuto Vania Vannucchi proprio sul posto di lavoro quando la donna lavorava come dipendente di una cooperativa esterna per l’Asl di Lucca e lui lavorava nella stessa cooperativa come operaio.

    Vania e Pasquale avevano avuto una relazione che era poi terminata un anno fa. Lui però non accettava la fine della loro storia e continuava a tormentarla con telefonate e messaggi. Lei, da poco separata e madre di due figli, sembrava intenzionata a denunciarlo, ma non lo aveva mai fatto.

    R.i.p. Vania.

    LEGGI LA STORIA DI CARLA CAIAZZO: INCINTA BRUCIATA DAL SUO EX

    539

    Il lato oscuro delle coppie felici
    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàCronacaViolenza sulle donne

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI