Londra, furgone sui pedoni a Finsbury Park: un morto e diversi feriti

Torna la paura nel Regno Unito: un van ha travolto i pedoni davanti alla moschea di Finsbury Park, nella capitale britannica. Si indaga per terrorismo, e il bilancio parla di 1 morto e 8 feriti, di cui 3 in gravissime condizioni. La premier Theresa May ha convocato il Comitato d'emergenza Cobra per fare il punto della situazione.

da , il

    Incubo terrorismo a Londra: un furgone ha travolto i pedoni a Finsbury Park, nei pressi della moschea. Il bilancio parla di 1 morto e 8 feriti, di cui 3 sarebbero in gravissime condizioni. L’episodio, classificato come “potenziale atto terroristico”, è avvenuto intorno alla mezzanotte (ora locale) subito dopo la preghiera serale del Ramadan. Ad essere investiti alcuni fedeli musulmani. Alla guida del veicolo un 48enne bianco, arrestato dopo essere stato bloccato da alcuni passanti che hanno assistito al fatto. La premier Theresa May ha convocato il Comitato d’emergenza Cobra. Per il Muslim Council of Britain si è trattato senza dubbio di “un atto deliberato”, nato da una forte “islamofobia” e per cui è necessario aumentare i sistemi di controllo e “protezione alle moschee”.

    Un furgone ha travolto i fedeli fuori dalla moschea

    Secondo numerosi testimoni, il furgone sarebbe piombato a tutta velocità sulla gente, e dopo aver terminato la sua corsa, la folla avrebbe tentato di linciare il conducente dopo averlo bloccato. Molti parlano di un uomo “bianco e senza barba”, che Scotland Yard avrebbe identificato come un 48enne di nazionalità inglese. Secondo alcune ricostruzioni, tra l’investitore e alcuni presenti sarebbe scaturita una violenta colluttazione, sedata dall’intervento della polizia. Stando alle testimonianze, l’uomo avrebbe urlato “Voglio uccidere tutti i musulmani”. Londra nuovamente nel terrore: dopo il recente duplice attentato sul London Bridge e al Borough Market, sembra che per gli inglesi non ci sia tregua.

    Il sindaco di Londra: “Terribile attacco terroristico contro innocenti”

    Ferma condanna del sindaco di Londra, Sadiq Khan, che ha parlato di un “terribile attacco terroristico contro persone innocenti”. Il primo cittadino della capitale britannica ha precisato che al momento non ci sono ulteriori dettagli sull’atto che è “chiaramente un attacco deliberato contro innocenti londinesi”. Molti dei feriti avevano appena concluso le preghiere del Ramadan.

    L’imam di Finsbury, Mohammed Kozbar, ha parlato chiaramente di “atto terroristico, come a Manchester, a Westminster o a London Bridge”.

    Jeremy Corbyn: “Totalmente scioccato”

    Si è detto “totalmente scioccato” Jeremy Corbyn, leader dell’opposizione laburista, deputato del collegio di Islington North, di cui Finsbury Park fa parte. Sulla moschea di Finsbury Park ci sono alcuni dettagli passati piuttosto importanti: tra le frequentazioni di dubbia “trasparenza” quella di Abu Hamza, predicatore arrestato ed estradato negli Stati Uniti.

    E un altro nome, quello di Richard Reid, comparve tra i frequentatori: si tratta dell’uomo che nel 2001 tentò di far esplodere un ordigno su un volo American Airlines Parigi-Miami. Il centro di preghiera venne persino chiuso, per poi riaprire sotto una veste più moderata con nuovi predicatori che si sarebbero dimostrati aperti al dialogo interreligioso.