Natale 2016

Lettera al sindaco di Roma, mia moglie: le parole del marito di Virginia Raggi

Lettera al sindaco di Roma, mia moglie: le parole del marito di Virginia Raggi
da in Attualità, Cronaca rosa, Donne in Carriera, Elezioni amministrative 2016, Virginia Raggi
Ultimo aggiornamento:
    Lettera al sindaco di Roma, mia moglie: le parole del marito di Virginia Raggi

    La vittoria schiacciante di Virginia Raggi non ha avuto solo l’appoggio e il plauso di ben 770.564 romani, ma anche quello del marito. Lui è Andrea Severini, regista radiofonico con il quale Virginia Raggi è sposata da 10 anni e con il quale da 2 anni sta vivendo un periodo di crisi. La separazione sembra imminente ed inevitabile. Sul suo blog ha scritto un post intitolato “Lettera al sindaco di Roma , mia moglie”. Se in un primo momento traspare tutto l’appoggio e la stima che l’uomo nutre nei confronti della donna non sono mancate le polemiche per il post sulla loro vita privata.

    La vita politica l’hanno cominciata insieme: Severini è infatti militante del M5S e ricorda benissimo quando alle prime armi ha comprato insieme a Virginia il tavolino per organizzare il primo banchetto per strada. E sicuramente, a proposito di strada, ne è stata fatta molta da allora. Non condividevano solo il matrimonio e un figlio di 6 anni, ma le questioni che più stavano a cuore ad entrambi: il nucleare, il referendum sull’acqua, i problemi da risolvere nella città eterna. L’appoggio incondizionato, dopo 21 anni di conoscenza, spinge l’uomo a dichiarare: “Mi manchi da morire. Cercherò di proteggerti il più possibile, anche da lontano”.

    blog andrea severini

    Severini descrive la Raggi come una leonessa, che è stata capace di vincere per la genuinità con cui ha parlato al popolo. Ha scritto questa lettera, questo attestato di stima, poche ore dopo il ballottaggio, da cui la Raggi è uscita, a dir poco, trionfante. Si vociferava già tempo di una crisi, quando nell’intervista a Chi, Virginia Raggi parlò di una crisi matrimoniale, anche se fu abbastanza repentina nel chiudere l’argomento.

    In piena campagna elettorale, infatti, nell’intervista pubblicata da Chi si annunciava non solo l’imminente separazione dal coniuge, ma si malignava il nuovo flirt con il collega del Movimento Daniele Frongia. Vista la vittoria schiacciante, il falso scoop è stato interpretato da molti, e soprattutto dal marito, come un attacco per farle perdere di credibilità. Evidentemente un colpo non riuscito. C’è però l’altro lato della medaglia. C’è chi critica questa lettera, giudicata a tratti “strappa lacrime” per aver messo in piazza la loro crisi il giorno dell’elezione a sindaco. C’è chi non l’ha considerato il momento giusto per rendere pubblico tutto ciò. Anzi qualcuno si chiede:se la Raggi fosse stata un uomo, la consorte si sarebbe mai comportata così? O avrebbe magari taciuto questo aspetto, facendogli godere la vittoria? Sembra riportare al problema di sempre, ossia quello della difficoltà di una donna ad avere famiglia e carriera, come se ora che è sindaco di Roma la sua crisi aumenterà di sicuro.

    516

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàCronaca rosaDonne in CarrieraElezioni amministrative 2016Virginia Raggi

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI