Le riforme di Renzi

Le riforme di Renzi
da in Cronaca, Politica
Ultimo aggiornamento:

    Presentazione delle riforme di Renzi

    A/P LaPresse

    Le 10 riforme di Renzi. Il presidente del Consiglio ha annunciato in un’attesa conferenza stampa quali saranno le misure del nuovo governo. Alcune sono state già approvate, altre solo enunciate. Riguardano, tra l’altro, fisco e lavoro. Il Consiglio dei ministri ha già approvato una relazione di Renzi che stabilisce in 10 miliardi di euro la cifra da destinare alla riduzione del peso fiscale per i redditi inferiori ai 25.000 euro. Ha promesso che entro la fine di giugno si occuperà anche delle riforme che riguardano la pubblica amministrazione e la giustizia.

    Per l’alto numero di ministre, il governo di Renzi passerà già di sicuro alla storia. Questa volta però, la ragione potrebbe stare nelle numerose riforme che il Presidente del Consiglio vorrebbe attuare. Gran parte della conferenza stampa di Renzi è stata supportata da alcune slide che hanno suscitato qualche commento ironico e hanno dato il via ad una campagna satirica sul web che ha giocato sugli slogan simpatici usati per presentare gli impegni politici. Renzi ha vestito i panni dell’uomo politico che si fa carico delle esigenze degli under 30 in cerca di lavoro. E si è rivolto anche a quel target di futuri elettori rappresentato dai piccoli imprenditori. Il Presidente del Consiglio ha presentato gli impegni del nuovo governo. Ha annunciato come con la nuova legge elettorale, il cui emendamento su quote rosa e preferenze è stato di recente bocciato, s’intenda stabilire lo stop alle larghe intese, la nomina di candidati legati al territorio, un freno ai ricatti dei micro-partiti e, infine, il governo di 5 anni per chi esce vincente dalle elezioni. La riforma costituzionale vorrebbe togliere la prerogativa della fiducia e della legge di bilancio al Senato, togliere 315 stipendi di senatori e velocizzare l’iter di approvazione delle leggi.

    Sulla base dello slogan “la svolta buona” che ha caratterizzato l’intera presentazione del programma di governo, in conferenza stampa è stato annunciato lo stop alla legislazione concorrente fra Stato e Regioni, l’eliminazione del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, una legge sulle Province, un iter parlamentare già iniziato per l’Autorità sulla corruzione.

    E, con grande sorpresa, “vendesi auto quasi nuova, di colore blu”. È in questo modo che Renzi ha annunciato la vendita all’asta di 100 auto blu.

    Nel settore dell’economia, Renzi vuole rafforzare il fondo di garanzia per il credito delle piccole e medie imprese; per le scuole, ha annunciato un piano da 3,5 miliardi in modo da renderle più sicure. A questi fondi si aggiungono 1,5 miliardi da destinare alla tutela del territorio. Sono solo alcune delle riforme che il governo Renzi promette di attuare. I giovani, spesso piegati dal lavoro precario, potrebbero forse contare sui 1,7 miliardi stanziati per loro. In programma dal 1° maggio, dovrebbero garantire ai giovani con età compresa tra i 18 e i 29 anni, entro quattro mesi dal titolo di studio, il lavoro o il proseguimento degli studi. In più, ci saranno +1000 euro netti all’anno (l’incentivo sarà elargito a chi ne guadagna meno di 1500 euro al mese); lo sblocco del piano casa e una riduzione del 10% sul costo dell’energia per le piccole e medie imprese.

    631

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaPolitica Ultimo aggiornamento: Giovedì 13/03/2014 14:23
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI