Natale 2016

Le peggiori frasi di Donald Trump sulle donne [FOTO]

Le peggiori frasi di Donald Trump sulle donne [FOTO]
da in Elezioni presidenziali Usa 2016, Politica
Ultimo aggiornamento:

    Donald Trump è stato eletto presidente degli Stati Uniti d’America e ha subito promesso che collaborerà con il Partito Democratico di Hillary Clinton per riunire la nazione, dopo la chiacchierata e difficile campagna per le elezioni presidenziali Usa 2016. Proprio durante la sua ultima campagna elettorale il tycoon è finito più volte al centro di aspre e durissime polemiche a causa delle sue frasi sessiste, misogine e razziste.

    Solamente lo scorso anno il 45° presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva offeso pesantemente la sua rivale democratica su Twitter: “Se Hillary non riesce a soddisfare suo marito, come può pensare di poter soddisfare l’America?”.

    trump tweet hillary clinton

    Secondo il magnate americano una donna per fare la giornalista deve essere attraente e bella: “Insomma, possiamo anche essere politicamente corretti e dire che l’aspetto non conta, ma è ovvio che l’aspetto conti”. Rivolgendosi poi all’inviata in un video mostrato al programma Last Week Tonight, Trump aveva asserito: “Per esempio, tu non avresti ottenuto il tuo lavoro se non fossi stata bella”.

    donald trump sulle aggressioni alle militari donne

    In merito alle aggressioni fisiche e sessuali subite dalle militari donne, Trump aveva giustificato il tutto con queste parole shock pubblicate sul suo profilo social nel 2013: “Le molestie e violenze sessuali sono la logica conseguenza della vicinanza di uomini e donne…”.
    >

    trump vs bette midler

    Nel 2012 aveva offeso e insultato la cantante e attrice statunitense Bette Midler sempre sui social: “La brutta faccia e il corpo di Bette Midler sono offensivi”.

    Sempre nel 2012 aveva attaccato duramente anche la celebre cantautrice, attrice, produttrice e presentatrice televisiva Cher su Twitter: “Un grande talento che però non ha contatto con la realtà, dovrebbe spendere più tempo a focalizzarsi sulla sua famiglia e sulla sua carriera”. Per poi aggiungere: “E’ il prototipo del perdente. È sola. È infelice. È deprimente”.

    la confessione di un'avvocata contro donald trump

    Nel 2011 quando un’avvocata gli chiese di fare una pausa perché doveva tirare il latte per sua figlia appena nata, l’imprenditore e personaggio televisivo si alzò in piedi, la sua faccia diventò rossa e visibilmente adirato cominciò a gesticolare per poi gridare: “Fai schifo! Sei disgustosa”. L’ha raccontato l’avvocata Elizabeth Beck alla CNN.

    Nel 2006 offese la diva di Hollywood Angelina Jolie durante un’intervista con Larry King: “E’ stata con così tanti uomini che mi fa sembrare un bambino… E non la trovo nemmeno attraente”.

    Anche l’attrice, conduttrice televisiva e attivista per i diritti gay Rosie O’Donnell è stata pesantemente insultata da Trump: “E’ rozza, volgare, odiosa e stupida”.

    Secondo lui, le donne lo adorano perché è ricco, potente e sicuro, specificando che trovano il suo potere eccitante quanto i suoi soldi. E poi ancora: “Tutte le donne a The Apprentice hanno flirtato con me, più o meno consciamente. Ed era quello che mi aspettavo”. La sua visione retrograda e sessista è emersa diverse volte anche nei suoi libri.

    SCOPRI LA VISIONE DELLA DONNA DI DONALD TRUMP

    “L’aspetto più difficile degli accordi prematrimoniali è di informare la tua futura moglie (o marito) che: Ti amo tanto, ma se le cose dovessero non funzionare, ecco che cosa otterrai dal divorzio – si legge nel libro Trump: The Art of the Comeback del 1997 – Ci sono essenzialmente tre tipi di donne e di reazioni. Una è la buona donna che ama davvero il suo futuro marito, esclusivamente per come è, ma che per principio rifiuta di firmare gli accordi. Lo capisco totalmente, ma l’uomo dovrebbe evitare situazioni del genere e trovare qualcun’altra. Poi c’è la donna calcolatrice che rifiuta di firmare gli accordi prematrimoniali perché spera di approfittare di più del povero e ignaro idiota che è caduto nella sua morsa.

    Infine c’è anche la donna che firmerà subito gli accordi per fare un colpo veloce e prendere i soldi che le vengono dati”.

    E poi ancora sempre nel libro Trump: The Art of the Comeback del 1997: “Le donne possiedono una delle più sorprendenti strategie di tutti i tempi. Quelle intelligenti si mostrano molto femminili e indifese, ma in realtà sono delle vere assassine. La persona che ha inventato espressioni come il sesso debole doveva essere molto ingenua o doveva essere stata ingannata. Ho visto donne manipolare gli uomini con una sola occhiata o magari con un’altra parte del corpo”.

    LEGGI LA BIOGRAFIA DELLA NEO FIRST LADY AMERICANA MELANIA TRUMP

    “Le donne sono oggetti esteticamente piacevoli”, frase tratta dal suo libro Trump 101: La strada del successo del 2006. “Il pezzo che preferisco di Pulp Fiction è quando Sam tira fuori la pistola a cena e intima alla fidanzata di stare zitta. Dire a quella z….. di stare calma. Dire: P……, datti una calmata. Amo queste frasi”, scriveva Trump nel suo libro The art of being the Donald del 2005.

    “Non è certo una notizia sconvolgente che le recenti vittorie delle donne nel programma The Apprentice sono state possibili nella maggior parte dei casi soltanto grazie al sex appeal femminile”, frase tratta dal suo libro How to get rich del 2004.

    Durante un’intervista rilasciata all’Esquire nel 1991, il magnate americano aveva esordito così: “Sapete, non ha molta importanza che cosa i media possono scrivere fintanto che avete con voi una giovane e splendida gnocca”.

    In un articolo pubblicato su Vanity Fair nel 1990, Trump aveva criticato l’allora moglie Ivana Trump: “Concedere a vostra moglie beni materiali ed eccessiva sicurezza economica è un terribile errore. Non comprerei mai ad Ivana gioielli decenti o quadri. Perché darle beni trasferibili?”.

    SCOPRI TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE SULLE ELEZIONI USA 2016

    1475

    Melania Trump, le foto della First lady americana
    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Elezioni presidenziali Usa 2016Politica

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI