Natale 2016

Le origini del Capodanno e come si festeggia nel mondo

Le origini del Capodanno e come si festeggia nel mondo
da in Eventi
Ultimo aggiornamento: Martedì 29/12/2015 17:19

    capodanno

    Quali sono le origini del Capodanno e come si festeggia nel mondo? Il cosiddetto “capo d’anno” corrisponde al primo giorno dell’anno secondo il calendario gregoriano, utilizzato nella gran parte del mondo. A quanto pare la festa in origine celebrava il dio romano Giano, da cui deriverebbe il nome del mese corrispondente, gennaio. Ma non solo l’1 gennaio è festivo, anche la notte di passaggio fra il 31 dicembre e il giorno successivo è un’importante occasione per salutare il vecchio anno e accogliere quello nuovo. Le tradizioni mondiali differiscono a seconda dei costumi locali e questo riguarda anche i rituali scaramantici. In Italia, per esempio, si usa indossare biancheria rossa o gettare via dalla finestra oggetti vecchi e inutilizzati. Per non parlare di uno dei piatti tradizionali, le lenticchie, auspicio di ricchezza, e del bacio sotto al vischio, autentico porta fortuna.

    capodanno in spagna

    In Spagna la tradizione prevede che si mangino 12 chicchi d’uva a mezzanotte, uno per ogni rintocco dell’orologio che si trova in cima alla “Puerta del Sol” di Madrid. Chi riesce a mangiarli tutti a tempo, avrà un anno ricco di belle sorprese.

    capodanno in russia

    In Russia a Capodanno ci si scambiano doni, che includono spesso pupazzetti raffiguranti l’animale simbolo dell’anno in arrivo secondo il calendario cinese. Inoltre, dopo il dodicesimo rintocco dell’orologio, viene aperta la porta, gesto che simboleggia il desiderio di accogliere l’anno nuovo.

    capodanno in peru

    In questi due paesi è tradizione esporre fuori di casa propria manichini di cartapesta pieni di petardi, che esplodono a mezzanotte. Guarda 10 ricette per il cenone di Capodanno

    capodanno giapponese

    In Giappone, poco prima della mezzanotte, le famiglie si riuniscono a bere sakè ascoltando 108 colpi di gong, corrispondenti ai peccati che ogni persona commette in un anno, i quali annunciano l’arrivo del nuovo anno.

    capodanno cinese

    Il famoso Capodanno cinese non corrisponde, nella data, al nostro, difatti viene festeggiato secondo il calendario lunisolare, i cui mesi iniziano con ogni novilunio. Il Capodanno cinese corrisponde quindi alla seconda luna nuova dopo il solstizio d’inverno, in un periodo compreso fra il 21 gennaio e il 19 febbraio, a seconda dell’anno in corso. I festeggiamenti cinesi durano molto più a lungo dei nostri, per una quindicina di giorni, non a caso è una delle feste più importanti del paese. Esso termina con la tradizionale festa delle lanterne.

    capodanno londra

    A Londra, in occasione di San Silvestro, va in scena la tradizionale parata in costume. Mentre per quanto riguarda i riti scaramantici, si usa saltare all’interno di un cerchio formato con 13 candele, senza spegnerne nemmeno una. Per non parlare di alcuni cibi caratteristici di questo giorno come il classico tacchino ripieno, immancabile sulle tavole degli inglesi.

    capodanno berlino

    A Berlino, in Germania, oltre ai classici fuochi d’artificio, si è soliti festeggiare questa ricorrenza con la cosiddetta bevanda della fraternità, il Feuerzangenbowle, a base di vino, cannella, buccia d’arancia, rum e chiodi di garofano. Immancabili anche prelibatezze come noci, nocciole e uvetta.

    838

    Natale 2016

    PIÙ POPOLARI