Le infezioni dei bambini sono normali perchè si costruisce il sistema immunitario

Le infezioni dei bambini sono normali perchè si costruisce il sistema immunitario
da in Bambini, Salute E Benessere, asilo, cure mediche
Ultimo aggiornamento:

    malatie asilo nido

    A qualche giorno del ritorno a scuola e per molti bambini piccoli il debutto all’asilo nido, parliamo di infezioni, ebbene si i bambini nei primi anni di scuola contraggono di tutto e di più: raffreddori, mal di gola, influenza, tosse, diarree che iniziano a settembre/ottobre e finiscono in primavera! Ma non vi preoccupate è del tutto normale, i bambini “devono farsi le ossa” ovvero devono costruire il loro sistema immunitario! “Un bambino ha sistema immunitario vergine e un un contatto coi microrganismi costruisce una memoria immunitaria che gli servirà poi per reagire contro le infezioni che ha già “visto”, quando le incontrerà di nuovo”.

    Questo è quello che ha detto Pier Angelo Tovo, presidente della Società italiana di infettivologia pediatrica. Quindi è inutile se non dannoso tenere i bimbi sempre chiusi in casa perchè in questo modo non imparano a difendersi, non costruiscono il proprio sistema immunitario.

    Infatti in molti casi non servono gli antibiotici (si per le infezioni batteriche, non sempre necessarie per quelle virali) ma basta usare farmaci che curano i sintomi, quindi medicine per la febbre, per la tosse ecc.

    Ovviamente non dobbiamo essere superficiali ma nemmeno allarmisti, gli eccessi non vanno mai bene.

    Quindi consultatevi sempre con il vostro pediatra di fiducia e valutate insieme da farsi.

    Ma quando è ora di preoccuparsi? Ce lo spiega Giuseppe Di Mauro, presidente della Società italiana di pediatria preventiva e sociale, che dice: “Per esempio quando le malattie riguardano sempre o quasi un solo organo: otiti ripetute, frequenti bronchiti-broncopolmoniti, tonsilliti ricorrenti. In questi casi, o anche se il bimbo non cresce correttamente, non sta bene fra un episodio e l’altro o ha infezioni di una certa gravità, è utile discuterne con il pediatra”.

    343

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniSalute E Benessereasilocure mediche Ultimo aggiornamento: Domenica 11/09/2011 19:01
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI