Le frasi e gli aforismi più belli sulla moda

da , il

    frasi aforismi moda

    Che grande passione la moda! Gli stilisti, oltre che creare bellissime collezione, molto spesso dispensano anche perle di saggezza, frasi e aforismi che diventano dei veri e propri tormentoni. Rimarranno infatti nella storia le frasi di Coco Chanel, diventata ormai un’icona di classe ed eleganza per tutti. E contro le pazzie e gli estremismi della moda si schierano anche gli stilisti nostrani. Personalmente infatti condivido in piano l’affermazione di Ottavio Missoni, vero signore dello stile, che ha detto: “Per vestirsi male non serve seguire la moda, ma aiuta”. E voi cosa ne pensate?

    TOM FORD

    Storicamente, Gucci è Sophia Loren. Yves Saint Laurent è Catherine Deneuve. Sono entrambe sexy, ma Gucci è un po’ più scontato rispetto a Saint Laurent.

    Abbiamo Terminator come governatore, e un attore come presidente, perché non dovremmo avere un fashion designer come senatore?

    VALENTINO

    Si è realizzato il mio sogno di sempre. Mi sono sempre detto che quando avrei smesso di disegnare capi per l’Alta Moda avrei voluto disegnare costumi per il balletto. Sono un grande appassionato e quando ho ricevuto l’offerta dall’Opera di Vienna ho avuto una sensazione straordinaria.

    Rimpiango quando non c’erano limiti a opulenza ed eleganza. Ma forse me ne sono andato in tempo, perché ora non potrei fare più quello che facevo.

    Oggi non è più tempo propizio per creare abiti d’Alta Moda. Ci sono molti talenti, ma la situazione mondiale è critica e non ci sono più le cifre necessarie a creare quelle collezioni.

    L’eleganza è l’equilibrio tra proporzioni, emozione e sorpresa.

    OTTAVIO MISSONI

    Non compro abiti firmati, mi metto quello che mi piace. Quando sono stato invitato al Quirinale mi serviva uno smoking. Non producendo io quella roba, sono entrato da Armani e ne ho comprato uno.

    Per vestirsi male non serve seguire la moda, ma aiuta.

    [Intervistato da Piero Chiambretti] Non mi chiedere di moda, non me ne intendo, e nemmeno dei miei colleghi, non li conosco bene, li saluto e basta.