Le first lady al G20: Melania Trump, Brigitte Macron, Juliana Awada e non solo

Hanno dominato la scena oscurando i propri mariti con la loro luce elegante e sofisticata: sono le first lady che hanno preso parte al G20 di Amburgo, in Germania. Oltre a Brigitte Macron e a Melania Trump, a brillare è stata la first lady Juliana Awada, moglie del presidente argentino Mauricio Macri. Un testa a testa a colpi di stile con la bella first lady statunitense che ha appassionato fotografi e fan.

da , il

    Il G20 di Amburgo ha visto sfilare le first lady di tanti Paesi del mondo. Tra queste, a brillare di luce propria sono state senza dubbio l’inossidabile Melania Trump, la sofisticata Brigitte Macron e una strepitosa Juliana Awada, la first lady argentina che ha conquistato tutti con il suo charme.

    First lady e non solo, le donne più seguite al G20

    Non è stato solo il summit delle contestazioni e degli spunti critici: oltre le crisi internazionali si sono mosse con passo suadente le donne dei presidenti, sfoggiando look colorati in una “battaglia” all’ultimo outfit capace comunque di far sognare e accantonare, almeno sui tabloid, le tensioni e gli attriti che hanno fatto da cornice all’evento. Da Melania a Brigitte, passando per Juliana sino a Ivanka Trump (che ha persino sostituito il padre in occasione del tavolo dei leader mondiali al summit): first lady e non solo, quindi, all’insegna di un G20 al femminile nonostante gli incombenti impegni istituzionali dei potenti della Terra. Sorrisi, acconciature morbide e abiti curati nei minimi dettagli sono stati ingrendienti di prim’ordine al summit tedesco, dove le “quote rosa” sono state in grado di risollevare (almeno su foto) le sorti di un vertice tutt’altro che semplice.

    Melania Trump e Juliana Awada: la sfida a colpi di stile

    Non poteva non destare curiosità la sfida a colpi di stile delle due star indiscusse del G20 2017: la first lady Melania Trump e la sua omologa, la primera dama argentina Juliana Awada, che hanno catturato i flash durante la due giorni tedesca che le ha viste protagoniste di bellezza ed eleganza. Nonostante la seconda, moglie del presidente argentino Mauricio Macri, abbia conquistato il cuore dell’Europa con le sue mises femminili e sensuali, l’imperturbabile moglie del tycoon non si è certo risparmiata in quanto a look e presenza scenica. Un vero testa a testa che ha saputo guadagnare l’attenzione dei media senza troppa difficoltà.

    Brigitte Trogneux, madame Macron icona di charme

    Tra le più “paparazzate”, non poteva certo mancare Brigitte Trogneux, la première dame moglie del presidente della Francia Emmanuel Macron, che è già famosa in tutto il mondo per i suoi tubini che scoprono generosamente le ginocchia e le tinte pastello dei suoi tailleurs. Icona di charme che tiene testa alle omologhe più giovani, Brigitte Macron lascia il segno senza perdere un colpo.

    Sophie Grégoire, la moglie id Justin Trudeau che incanta

    Non ha deluso certamente la meravigliosa moglie del premier canadese Justin Trudeau, Sophie Grégoire, che ha sfoggiato un look semplice e allo stesso tempo sofisticato che le ha permesso di mettere in evidenza la sua bellezza. E non è un caso che la sua presenza sia ormai attesissima in ogni tappa del primo ministro nordamericano, tanto da rubargli la scena in più di un’occasione. Nonostante il ruolo di first lady, madame Trudeau ha “sacrificato” qualche abito più impegnativo per correre dietro al piccolo Hadrien, il figlio della coppia presidenziale canadese che ha conquistato tutti con la sua simpatia.

    Ivanka Trump: la first daughter delle polemiche

    Protagonista al fianco di Donald e Melania Trump è stata Ivanka, la first daughter che ha nuovamente fatto parlare di sè in seguito alla temporanea sostituzione del padre durante un tavolo dei leader mondiali al summit di Amburgo. Una presenza certo discussa ma comunque non meno rappresentativa di uno stile e una classe che alla Casa Bianca tengono banco da decenni. L’ormai “onnipresente” Ivanka ha saputo tener testa alla pioggia di critiche per l’intromissione al vertice G20, e ha fatto del suo look fresco e sobrio un elemento non secondario rispetto alla matrigna, come del resto aveva ampiamente dimostrato durante la visita della famiglia presidenziale a Roma, lo scorso maggio.

    Dolcetto o scherzetto?