Le 10 cose da non fare per la festa della donna

La festa della donna si sta avvicinando. Oggi vi diamo alcuni consigli sulle 10 cose da non fare per il prossimo 8 marzo. Dai locali per festeggiare alle serate a casa, scopriamo cosa è bene evitare.

da , il

    Donne

    Le 10 cose da non fare per la festa della donna. Mancano davvero pochissimi giorni all’8 marzo. Se siete stanche dei soliti festeggiamenti e state cercando qualcosa di innovativo, speciale, per una festa della donna memorabile, vi alleghiamo un prontuario da tenere sempre ben a mente per non rischiare che la celebrazione della giornata dedicata al sesso femminile non degeneri in qualcosa di molto differente. Oppure non finisca per assomigliare alle serate del venerdì sera trascorse a ballare latinoamericano con qualche affascinante insegnate di ballo. Se non avete ancora le idee chiare su dove andare, cosa fare e come festeggiare l’8 marzo, vi diamo alcuni consigli su ciò che sarebbe meglio evitare. Scopriamo insieme quali sono le 10 cose da non fare per la festa della donna.

    1) Andare a ballare latinoamericano.

    Senza dubbio è divertente, simpatico e intrigante, soprattutto quando tra gli altri ballerini ci sono degli uomini che state puntando da tempo. Purtroppo per voi, ha poco a che fare con l’8 marzo. Le origini della festa della donna sono legate ad episodi cruenti in cui molte donne persero la vita combattendo per il riconoscimento dei loro diritti, e lavorativi e personali.

    2) Andare a vedere uno spogliarello con le amiche.

    Identica cosa per lo spogliarello. Trascorrere la festa della donna con le amiche in un locale dove ci sono ragazzi che si denudano davanti a voi, può risultare molto interessante ma non adatto all’occasione.

    3) Mai combattere le leggi della fisica.

    Se lavorate in un’azienda in cui ci sono molti uomini, dovreste prepararvi in anticipo. Molto probabilmente riceverete un gran numero di rametti di mimosa, simbolo tutto italiano della festa della donna. Se sono davvero tanti, non commettete l’errore di conservarli tutti quanti nella stanza del vostro ufficio. Una volta occupati tutti gli spazi disponibili, non vi resta che andare a lavorare altrove oppure rischiare un’intossicazione da mimosa!

    4) Uno spogliarello in cambio della mimosa.

    Sì, molti uomini lo dimenticheranno. Nonostante la storia, le campagne pubblicitarie, le trasmissioni televisive, le notizie in Rete e il passaparola, non vi faranno gli auguri nè vi porgeranno la mimosa. Anche se ne sarete dispiaciute, cercare di ricevere il vostro rametto facendo uno spogliarello, è una cosa assolutamente da inserire tra le 10 da non fare per la festa della donna.

    5) Spiegare cos’è la festa della donna se non lo sapete.

    Se vi sfugge qualche dettaglio storico e pensate che la festa della donna esista dai tempi dei Romani, evitate di parlarne in giro.

    6) No al trucco di Carnevale.

    Forse la vicinanza delle due feste può creare qualche confusione. Sì al trucco originale per la festa delle donna ma attenzione a non scegliere quello di Carnevale!

    7) Cucino da me.

    Se avete bisogno del libro di cucina anche per fare delle uova strapazzate, meglio optare per una serata al ristorante!

    8 ) Parlare al telefono quando si è al cinema.

    Continuare a parlare al telefono nonostante si è al cinema con le amiche.

    9) Cinema in low fidelity.

    Invitare le amiche per l’home video se il lettore dvd e la tv sono malfunzionanti!

    10) Come un giorno qualunque.

    E per finire, tra le cose da non fare per l’8 marzo: trascorrere la serata come tutti gli altri giorni della settimana!