Latina, moglie che non cucina va a processo per maltrattamenti in famiglia

Latina, moglie che non cucina va a processo per maltrattamenti in famiglia
da in Cronaca
Ultimo aggiornamento:
    Latina, moglie che non cucina va a processo per maltrattamenti in famiglia

    Una moglie 40enne di Sonnino, in provincia di Latina, è stata rinviata a giudizio per maltrattamenti in famiglia dopo che il marito l’ha denunciata per “cattiva gestione delle faccende domestiche” ai carabinieri. Il marito 47enne ha dichiarato agli inquirenti e ai giudici di essere stato per oltre due anni insultato e a volte messo fuori dalla camera da letto. Ha inoltre riferito che la moglie spesso non gli preparava da mangiare e sprecava il cibo da lui acquistato, ed era spesso costretto a vivere in condizioni di scarsa igiene.

    La querela è stata accolta prima del pm Gregorio Capasso, che ha avviato un’inchiesta, e poi dal giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Latina Mara Mattioli che ha deciso di mandare a processo la donna. La moglie rischia da due a sei anni di carcere e il prossimo 12 ottobre dovrà comparire davanti al Tribunale di Latina.

    L’articolo 143 del Codice civile, però, parla chiaro: “Con il matrimonio, il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri. Dal matrimonio deriva l’obbligo reciproco alla fedeltà, all’assistenza morale e materiale, alla collaborazione nell’interesse della famiglia e alla coabitazione.

    Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale o casalingo, a contribuire ai bisogni della famiglia”.

    Pertanto per il codice civile marito e moglie hanno pari dignità e pari diritti, ciò vuol dire che se uno dei due coniugi lavora e l’altro sta a casa, ma non svolge alcuna attività che rientra nell’ambito della vita comune (sistemare casa, preparare da mangiare, avere rapporti sessuali), si configura il reato di maltrattamento perché assume un atteggiamento omissivo (omette, cioè, dallo svolgere i proprio compiti) e commissivo (perché commette azioni ingiuste, malevoli e dannose nei confronti del partner). Il bizzarro caso di Latina sta facendo molto scalpore e sta scatenando una raffica di critiche e reazioni in Rete. E voi ragazze cosa ne pensate?

    397

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cronaca Ultimo aggiornamento: Giovedì 04/02/2016 11:34
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI